Le regole da seguire nei rapporti con il personale scritte da Michele Ferrero, inventore della Nutella

40 anni fa l'imprenditore di Alba stilò una lista di massime da seguire alla Ferrero per gestire le relazioni con il personale

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 21 Lug. 2019 alle 16:56 Aggiornato il 21 Lug. 2019 alle 17:14
0
Immagine di copertina

Oltre 40 anni fa Michele Ferrero, proprietario storico dell’omonimo gruppo che ha inventato la Nutella, scrisse ai responsabili da lui nominati elencando le regole da seguire nei rapporti con il personale dell’azienda.

Tanto è stato scritto sull’inventore della Nutella. Michele Ferrero è l’uomo che ha reso la crema spalmabile di nocciole inventata dal padre Pietro l’iconico prodotto riconoscibile in tutto il mondo che conosciamo anche oggi, nato come simbolo della qualità e della bontà dei prodotti e delle nocciole italiane all’estero.

Ma nulla come questo documento rende la statura imprenditoriale e umana di Michele Ferrero e il profondo rispetto che egli nutriva per tutti i suoi collaboratori.

Massime da seguire nei contatti con il personale: “Quando parli con un individuo ricorda: anche lui è importante”

1. Nei vostri contatti mettete i vostri collaboratori a loro agio: dedicate loro il tempo necessario e non le “briciole”, preoccupatevi di ascoltare ciò che hanno da dirvi, non date loro l’impressione che siate sulle spine. Non fateli mai sentire “piccoli”. La sedia più comoda del vostro ufficio sia destinata a loro.

2. Prendete decisioni chiare e fatevi aiutare dai vostri collaboratori, essi crederanno nelle scelte a cui hanno concorso

3. Rendete partecipi i collaboratori dei cambiamenti e discutetene prima della loro attuazione con gli interessati

4. Comunicate gli apprezzamenti favorevoli ai lavoratori, quelli sfavorevoli comunicateli solo quando necessario, in quest’ultimo caso non limitatevi a una critica, ma indicate ciò che dovrà essere fatto nell’avvenire perché serva a imparare

5. I vostri interventi siano sempre tempestivi: “Troppo tardi” è pericoloso quanto “Troppo presto”

6. Agite sulle cause più che sul comportamento

7. Considerate i problemi nel loro aspetto generale e non perdetevi nei dettagli, lasciate ai dipendenti un certo margine di tolleranza

8. Siate sempre umani

Le regole del personale di Michele Ferrero, inventore della Nutella

9. Non chiedete cose impossibili

10. Ammettete serenamente i vostri errori, vi aiuterà a non ripeterli.

11. Preoccupatevi di quello che pensano di voi i vostri collaboratori.

12. Non pretendete di essere tutto per i vostri collaboratori, in questo caso finireste per essere niente.

13. Diffidate di quelli che vi adulano, a lungo andare sono più controproducenti di quelli che vi contraddicono.

14. Date sempre quanto dovete e ricordate che spesso non è questione di quanto, ma di come e di quando.

15. Non prendete mai decisioni sotto l’influsso dell’ira, della premura, della delusione, della preoccupazione, ma demandatele a quando il vostro giudizio potrà essere più sereno

16. Ricordate che un buon capo può far sentire un gigante un uomo normale, ma un capo cattivo può trasformare un gigante in un nano

17. Se non credete in questi principi, rinunciate ad essere capi.

Michele Ferrero è morto il 14 febbraio 2015 all’età di 89 anni nella sua casa di Montecarlo, dopo mesi di malattia. Ha diretto l’azienda dal 1949 al 1997 ed è stato artefice della sua espansione su scala globale.

Quel piccolo laboratorio di dolci delle Langhe è diventato la quarta più grande multinazionale dolciaria al mondo dopo la Nestlè, e si è posizionata prima tra le società con la migliore reputazione nella classifica del Reputation Institute, battendo Ikea e Walt Disney.

Come Nutella è diventata la Nutella

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.