Covid ultime 24h
casi +23.225
deceduti +993
tamponi +226.729
terapie intensive -19

Esenzione bollo auto Legge 104: come funziona, requisiti e modulo

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 20 Feb. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 26 Feb. 2019 alle 19:17
0
Immagine di copertina

ESENZIONE BOLLO AUTO LEGGE 104 – I titolari di Legge 104 (qui come funziona), nonché i familiari di un soggetto con disabilità grave, possono usufruire di alcune agevolazioni fiscali, come quella riguardante il bollo auto.

Il bollo auto è una tassa legata al possesso di un autoveicolo ed è gestita dalle Regioni (e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano), eccezion fatta per Friuli Venezia Giulia e Sardegna, per le quali tale imposta viene gestita dall’Agenzia delle Entrate. Sono obbligati al pagamento del bollo, quindi, tutti coloro che sono proprietari di un veicolo presente all’interno del pubblico registro automobilistico (PRA).

Tuttavia, come anticipato, ci sono determinate categorie che godono invece dell’esenzione dal pagamento di questa tassa. Vediamo quali sono e come si fa a richiedere l’esenzione del bollo auto.

LEGGI ANCHE: Legge 104, esenzione canone Rai per disabili: tutte le novità per il 2019

Esenzione Bollo Auto Legge 104 | A chi spetta l’esenzione permanente

Per quanto riguarda i soggetti a cui è stata riconosciuta la Legge 104, sono completamente esentati dal pagamento del bollo auto le seguenti categorie:

  • Sordi e non vedenti
  • Disabili con handicap psichico o mentale (titolari di indennità di accompagnamento)
  • Disabili con grave limitazione della capacità di deambulare
  • Disabili affetti da pluriamputazioni
  • Disabili con ridotte o impedite capacità motorie

L’agevolazione, comunque, riguarda quei veicoli che rispettano i vincoli legislativi relativi all’ampiezza della cilindrata, i quali sono di 2 mila centimetri cubici per i motori a benzina e di 2 mila 800 per quelli diesel.

Esenzione Bollo Auto Legge 104 | Come presentare la domanda per l’esenzione

Al fine di ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo auto è necessario presentare apposita domanda all’ufficio tributi della propria Regione di residenza; nel caso quest’ultima fosse sprovvista di tale ufficio, allora ci si può rivolgere direttamente all’Agenzia delle Entrate o all’ACI.

Chi fa richiesta può presentare la domanda sia recandosi personalmente nei suddetti uffici, oppure inviare una raccomandata A/R con la documentazione necessaria. Non è per altro necessario, una volta inviata la richiesta, procedere per un suo rinnovo, poiché esso diventa infatti automatico. Se dovessero invece venir meno i requisiti per il godimento dell’esenzione, allora è necessario darne comunicazione.

La documentazione – che va consegnata entro 90 giorni dalla scadenza del termine di pagamento – deve essere completa sia della certificazione attestante lo stato di invalidità con sussistenza dei requisiti necessari, sia di una fotocopia dell’ultima dichiarazione dei redditi (o un’autocertificazione) nel caso in cui il disabile sia a carico fiscale di un familiare.

Il veicolo per cui si richiede l’esonero dalla tassa deve essere obbligatoriamente intestato al disabile o al familiare che lo ha a carico.

Ma quali sono i livelli di reddito per cui un disabile si definisce fiscalmente a carico di un suo familiare? Quando il suo reddito non supera i 2.840,51 euro.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.