Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Ilva, Di Maio inaugura oggi nuovi incontri al ministero dello Sviluppo economico

Immagine di copertina
L'acciaieria Ilva a Taranto. Credit: Paolo Manzo

Il ministro ha assicurato che prenderà decisioni con "la massima responsabilità". Inizia il primo giro di incontri

Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio avvia oggi, lunedì 18 giugno, una serie di incontri sull’Ilva, in merito alla crisi dell’acciaieria di Taranto.

Negli ultimi giorni Di Maio ha dichiarato che su Ilva, dopo aver ascoltato i diversi soggetti interessati, prenderà decisioni con “la massima responsabilità” e ha stoppato come “idea personale” la proposta che Beppe Grillo ha lanciato dal suo blog, ovvero Ilva chiusa e trasformazione dell’area in un’attrazione turistica.

Nei giorni scorsi, inoltre, il colosso industriale ArcelorMittal che, attraverso la controllata Am Investco, si è aggiudicata l’Ilva, aveva lanciato un segnale al ministro Di Maio dichiarandosi pronta ad incontrarlo.

Il capo politico di M5S si è già confrontato con gli attuali commissari Ilva, Gnudi, Carrubba e Laghi.

La possibilità in esame è quella di far slittare l’ingresso di ArcelorMittal, previsto per l’1 luglio, prorogare la gestione dei commissari per altri tre mesi e assicurare ad Ilva la necessaria provvista finanziaria per superare l’estate.

L’azienda infatti ha cassa sino a fine mese. In assenza di interventi o del mancato ingresso del nuovo investitore, l’Ilva sarebbe in seria difficoltà nell’erogare gli stipendi di luglio.

Ci sarebbe anche l’ipotesi, più a lungo termine, di chiudere l’area a caldo di Taranto per abbattere drasticamente l’inquinamento.

Per il momento non ci si aspetta che Maio comunichi decisioni ma effettuerà solo una prima ricognizione.

Il calendario degli incontri

Alle 15 è previsto un incontro con i sindacati metalmeccanici (Fim, Fiom, Uilm, Usb e Ugl).

Alle 17 segue l’incontro con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e alle 17.30 tocca al sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

Chiude la giornata alle 18 l’incontro con il prefetto di Taranto, Donato Cafagna.

Domani, 19 giugno, alle 14 sono in programma gli incontri con le associazioni ambientaliste di Taranto.

Alle 15.30 è previsto un incontro con il Codacons e alle 16.30 con ArcelorMittal che, attraverso la controllata Am Investco, si è aggiudicata l’Ilva.

Alle 20 è previsto un punto del ministro con la stampa.

Ti potrebbe interessare
Economia / Adil e Luana, vittime dei “nuovi” caporali del Covid (di Luca Telese)
Economia / Un neo-laureato su 3 rimane disoccupato: penalizzati i giovani del Sud e le donne
Economia / "Caro Draghi, su Ilva e Stellantis non esiste una politica industriale. Sui licenziamenti scendiamo in piazza": intervista a Re David (Fiom)
Ti potrebbe interessare
Economia / Adil e Luana, vittime dei “nuovi” caporali del Covid (di Luca Telese)
Economia / Un neo-laureato su 3 rimane disoccupato: penalizzati i giovani del Sud e le donne
Economia / "Caro Draghi, su Ilva e Stellantis non esiste una politica industriale. Sui licenziamenti scendiamo in piazza": intervista a Re David (Fiom)
Economia / La ripresa degli investimenti pubblici in Italia
Economia / Verso un modello di sviluppo “verde” e inclusivo: SACE pubblica il Bilancio di Sostenibilità
Economia / Il cambiamento climatico rischia di essere un boomerang per i Petro-Stati, svalutando i giacimenti
Economia / Altro che riduzione delle emissioni per salvare l’ambiente: Eni aumenterà la produzione di gas
Economia / “Tutte le colpe dei petrolieri”: il libro che indaga sulle responsabilità del disastro climatico
Economia / Stellantis annuncia 4 nuove auto elettriche a Melfi. Ma sugli altri siti italiani tutto tace
Economia / Leggi Repubblica e compri un’auto: così gli affari del gruppo Gedi si fanno sempre più in famiglia