Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Decreto Aiuti bis, aumento in busta paga e niente bonus di 200 euro. Le misure

Immagine di copertina

L’inflazione, che è al 7,9%, e il caro energia hanno ridotto il potere d’acquisto. Le misure all’interno del decreto Aiuti bis hanno l’obiettivo di rafforzarlo. Dal raddoppio dell’esonero contributivo allo sconto di 30 centesimi sui carburanti. Il Dl è atteso per la prossima settimana.

Verrà abbandonato il bonus di 200 euro in busta paga, ma ci sarà il raddoppio dell’esonero contributivo. L’esecutivo vorrebbe aggiungere un taglio dell’1 per cento che farebbe scendere l’aliquota del lavoratore al 7,39%. Questo comporterebbe un incremento dello stipendio di 75 euro al mese nel caso dei redditi più alti. L’aumento sarà inferiore per quelli più bassi. Attualmente la riduzione del versamento dei contributi è dello 0,8%. Questa misura dovrebbe avere un effetto retroattivo e quindi comprendere anche il mese di luglio. Durerebbe fino a dicembre.

I pensionati dovrebbero, poi, avere un anticipo della rivalutazione della pensione “attorno al 2%” da settembre, come ha detto il sottosegretario all’economia, Federico Freni, al Messaggero. La misura dovrebbe includere tutti, non solo gli assegni fino a 35mila euro l’anno. Si è reso necessario introdurre questo intervento a causa dell’aumento dei prezzi. L’aumento definitivo dovrebbe esserci a gennaio.

All’interno del decreto Aiuti dovrebbe esserci anche l’azzeramento degli oneri di sistema in bolletta e lo sconto di 30 centesimi sui carburanti almeno fino a settembre. La prima misura sarà confermata per il quarto trimestre. Inoltre, si sta ancora valutando la possibile riduzione dell’Iva sui beni di prima necessità.

Lo smart working, poi, potrebbe essere prorogato per i lavoratori fragili e per i genitori di ragazzi under 14.

 

Ti potrebbe interessare
Economia / Addio ai voli a 10 euro di Ryanair. Pesa il caro energia
Economia / Flat tax: che cos’è e come funziona
Economia / Salvini promette la flat tax al 15%, Berlusconi al 23%: ecco quanto costerebbe
Ti potrebbe interessare
Economia / Addio ai voli a 10 euro di Ryanair. Pesa il caro energia
Economia / Flat tax: che cos’è e come funziona
Economia / Salvini promette la flat tax al 15%, Berlusconi al 23%: ecco quanto costerebbe
Economia / Eredita 4 miliardi di euro, ma li rifiuta: “È una questione di correttezza”
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Economia / Banca Ifis: utile netto in crescita del 50% a 72,5 milioni di euro nel 1° semestre 2022
Lavoro / Sfruttati, sottopagati e sovraqualificati: fino a che punto vale la pena sacrificare la propria felicità in nome della produttività?
Lavoro / “Dovevo fermarmi per tornare a respirare”: le storie dei ragazzi che hanno lasciato il proprio lavoro
Ambiente / TPI Fest Bologna 2022 | La Festa di The Post Internazionale (15-16-17 settembre) | Programma e Ospiti
Economia / Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Aiuti bis. Le misure