Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 23:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Il 21 marzo, Giornata Mondiale della poesia, il caffè ha il costo di una poesia

Immagine di copertina
Crediti: Instagram

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia, dare libero sfogo alla fantasia: il caffè potreste pagarlo con carta e penna.

IL CAFFÈ COSTA UNA POESIA – Il 21 marzo è la Giornata Mondiale della Poesia e a pagare il caffè potrebbe essere la vostra vena poetica.

In occasione di questa ricorrenza, la casa produttrice di caffè viennese Julius Meinl (il cui nome deriva dal fondatore) vi mette davanti a una scelta: perché non lasciare la tecnologia in un angolo e dedicarsi alla creatività? Basta computer, e-mail, file digitali: avvicinatevi alla scrittura com’era una volta, semplicemente con carta e penna, magari davanti a una tazza fumante di caffè per nutrire il cervello e contribuire alla vostra ispirazione: e se vi scopriste dei poeti mancati?

Il caffè costa una poesia | L’iniziativa di Julius Meinl

La storica azienda di torrefazione austriaca, sin dalla sua fondazione (datata 1982), ha ispirato grandi poeti e quest’anno torna a stimolare la fantasia di potenziali scrittori (e non) con l’iniziativa “Pay With A Poem”.

Ognuno di noi può essere un poeta, se vuole: è questo il messaggio che si è diffuso in tutte le caffetterie del mondo che hanno voluto aderire all’iniziativa.

Cosa fa una tazzina di caffè al nostro cervello

Proprio per il 21 marzo, Julius Meinl offrirà un caffè espresso al costo di una breve poesia: che sia un pensiero personale composto da poche righe o la trama di un romanzo, persino il finale alternativo del proprio film preferito, il caffè gratuito per voi sarà assicurato.

Infatti, una volta scritto il vostro testo e terminato il caffé (o il té, per chi non ama particolarmente il sapore del primo), potrete lasciare il pagamento in poesia alla cassa.

Il caffè costa una poesia | Il premio al più creativo

A cosa serve quest’iniziativa? A dare spazio alle nostre emozioni, spesso tenute a freno dalla frenesia del quotidiano o soffocata da tante altre distrazioni. Il 21 marzo, la vostra fantasia sarà usata come oggetto di baratto per un caffè.

Ma non è finita qui: l’autore più creativo verrà premiato con qualcosa in più di un semplice caffè. In cambio di un’opera originale e ben costruita, il vincitore riceverà in cambio un weekend a Glasgow, incluso di volo e pernottamento per due notti oltre che due biglietti per il concerto di Tom Odell (ambassador del caffè Julius Meinl) che si terrà il 1 giugno 2019.

Le sorprese non sono ancora finite: esistono altri tre premi da parte di quest’iniziativa, che permetteranno a tre fortunati di vivere un’esperienza a 5 stelle a Cournmayeur per respirare un po’ d’atmosfera poetica: il 29 marzo 2019 potrebbe aspettarvi un party e cena al mountain club più esclusivo delle Alpi con tanto di pernottamento.

Il caffè costa una poesia | La web series Chasing Poems

A completare l’iniziativa, la torrefazione viennese ha anche elaborato una web series intitolata “Chasing Poems”, che racconta una storia d’amore il cui cupido è il cantante Tom Odell.

“Come sa chi mi segue su Instagram, sono un vero sostenitore del mettere nero su bianco. Sia a casa, cercando ispirazione con il caffè del mattino, che in viaggio, credo che ci sia qualcosa di molto liberatorio nel prendermi un momento fuori dal tempo per scrivere” queste sono state le parole del cantante.

Vi concederete un caffè al costo di una poesia?

Ti potrebbe interessare
Cultura / Il mito di Nerone: riapre la Domus Aurea con un nuovo percorso e la mostra su Raffaello
Cultura / Chi se non noi, la recensione del romanzo d’esordio di Germana Urbani: la storia di una donna in frantumi
Cultura / Diritto a Teatro: il 17 e 18 giugno l’Antigone di Sofocle al Teatro Palladium
Ti potrebbe interessare
Cultura / Il mito di Nerone: riapre la Domus Aurea con un nuovo percorso e la mostra su Raffaello
Cultura / Chi se non noi, la recensione del romanzo d’esordio di Germana Urbani: la storia di una donna in frantumi
Cultura / Diritto a Teatro: il 17 e 18 giugno l’Antigone di Sofocle al Teatro Palladium
Cultura / La sorveglianza ormai è una cultura, e la reazione deve essere culturale
Cultura / Il Libro Possibile compie 20 anni: oltre 200 ospiti per il doppio delle serate e doppia location
Cultura / Un libro di corsa: Il labirinto delle ombre
Cultura / Un libro di corsa: Fuga
Cultura / Un libro di corsa: La pazienza del diavolo
Cultura / Black Art Matters: l’ascesa dell’arte afroamericana
Calcio / Venerdì 28 maggio TPI presenta il libro Calcio e Geopolitica