Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Arte e cultura per la fertilità, il bando della seconda edizione del contest artistico

Di Marco Nepi
Pubblicato il 18 Lug. 2019 alle 21:15 Aggiornato il 18 Lug. 2019 alle 21:15
0
Immagine di copertina

Arriva la II edizione del Contest “Arte e cultura per la fertilità”, promosso da Gemme Dormienti Onlus, la prima associazione italiana ad occuparsi di tutela della fertilità nelle pazienti oncologiche che propone come oggetto del contest il “valore della maternità e il suo rapporto con la malattia”.

L’iniziativa è stata pensata per favorire l’informazione intorno alle tematiche della fertilità e per dare visibilità alle esperienze che mettono al centro “il valore della maternità e il suo rapporto con la malattia”, contribuendo dunque alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

L’ultimo giorno utile per inviare le opere è mercoledì 31 luglio 2019.

La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti, occorre semplicemente inviare alla casella ufficiostampa@gemmedormienti.it il proprio contributo, rigorosamente in formato digitale, indicando una delle seguenti categorie per la quale si intende concorrere:

  • Narrazione: racconto breve, poesia, opera drammaturgica – massimo 10 mila battute
  • Fotografia – immagine a colori o B/N (1 solo file jpeg o raw)
  • Fumetto (max 10 pagine)
  • Video (durata max 5 minuti)

Gli elaborati, indipendentemente dalla forma espressiva scelta, esploreranno il terreno del difficile rapporto fra malattia, terapie e salvaguardia della fertilità.

Tutti i dettagli per la compilazione del modulo di partecipazione (dati personali e autorizzazione in base a D. Lgs. N. 196/2003) sono indicati nel bando pubblicato nel sito ufficiale dell’Associazione Gemme Dormienti.

Obiettivo del Contest è quello di aumentare l’attenzione sul tema della capacità riproduttiva, richiamando la riflessione sul rischio di malattie e altre condizioni ostative che potrebbero compromettere la possibilità di diventare genitori naturali.

Negli ultimi tempi si è tanto parlato della cosiddetta “medicina narrativa”, ambito letterario che si concentra sul ruolo relazionale e terapeutico del racconto dell’esperienza di malattia da parte dei pazienti e nella condivisione dell’esperienza attraverso proprio il canale della narrazione. Gemme Dormienti sostiene questo tipo di approccio e lo estende anche alle altre forme di linguaggio artistico, come appunto le forme visive e di videoarte.

La selezione sarà curata da una Giuria composta dai membri del Consiglio Direttivo dell’Associazione e da illustri professionisti.

Il bando completo e tutte le informazioni sono disponibili nella sezione dedicata del sito www.gemmedormienti.it e nella pagina Facebook.

L’unica vera regola che uno scrittore deve tenere a mente secondo J.K. Rowling

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.