Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Farina e lievito sono introvabili? Assolatte propone 5 modi per sostituirli e cucinare dolci “light”

Cinque modi semplici per addolcire la quarantena grazie ai latticini in maniera gustosa... anche per chi si è messo a dieta

Di Redazione TPI
Pubblicato il 29 Mar. 2020 alle 18:57 Aggiornato il 29 Mar. 2020 alle 20:10
1
Immagine di copertina

Farina e lievito sono introvabili? Assolatte propone 5 modi per sostituirli e cucinare dolci “light”

Le giornate di quarantena dovute all’emergenza-Coronavirus fanno venire voglia di dolci fatti in casa, ma da un lato bisogna stare attenti a non eccedere con le calorie e dall’altro è sempre più difficile trovare farina e lievito nei supermercati.

Assolatte propone cinque idee golose, da gustare senza rimorsi anche se ci si è messi a dieta.

C’è un modo semplice e naturale per mettere d’accordo il piacere del dolce, con la voglia di genuinità e con il desiderio di essere in forma: approfittare dei latticini naturalmente leggeri o alleggeriti, che soddisfano la voglia di dolce senza far ingrassare.

Prodotti come yogurt, panna montata, fiocchi di latte, formaggi “light”, latte e ricotta sono perfettamente inseribili in ogni dieta ipocalorica – ribadisce Assolatte – e si prestano anche ottimamente a essere gustati e apprezzati in versione “dolce”, come merenda o fuoripasto, a colazione o a fine pranzo.

Con tutto il piacere di apprezzarne il gusto e la bontà, ma senza sensi di colpa, aggiunge Assolatte, perché hanno un buon potere saziante (e così combattono la fame), forniscono preziose sostanze nutritive (come calcio, proteine di alta qualità, zinco, potassio e vitamine del gruppo B) e hanno un apporto energetico modesto. Basti pensare che 100 g di latte scremato forniscono solo 36 calorie. Ossia quanto un biscotto.

Scegliendo le versioni “magre” o parzialmente scremate di latte e yogurt si possono consumare le 2-3 porzioni raccomandate ogni giorno dalle Linee guida italiane per una sana alimentazione, assumendo solo 135 calorie complessive quotidiane. Ma garantendosi il 58% del calcio, il 31% dello zinco e il 25% delle proteine necessari ogni giorno, spiega Assolatte.

Ecco come trasformare 5 latticini in “dolci” buoni, naturali, genuini e leggeri

1. PANNA MONTATA in macedonia o caffé
Un ciuffo di panna montata è il peccato di gola meno “pericoloso” al mondo perché un bel cucchiaio non arriva a superare le 30 calorie. Non c’è da stupirsi: essendo gonfiata di aria, la panna montata non diventa solo straordinariamente soffice ma anche molto leggera. Si può dunque approfittare per dare un tocco lussurioso alla solita macedonia di frutta o per rendere più goloso il caffè, soddisfacendo la voglia di dolce anche senza ricorrere al dessert.

2. RICOTTA con cioccolato, frutta o marmellata
Gustosa e leggera, morbida e dolce, la ricotta è un latticino davvero “virtuoso”: ha un basso apporto energetico (solo 146 calorie ogni 100 g) ma è ricca di calcio (295 mg) e fosforo (237 mg). Inoltre, con il suo sapore latteo e acidulo, rappresenta una base perfetta da declinare come dessert light: si possono semplicemente aggiungere scagliette di cioccolato fondente, polvere di  cacao, pezzetti di frutta fresca o secca, o un cucchiaino di marmellata di frutti di bosco o di castagne. In commercio si trovano anche ricottine dolci, alla frutta o al cioccolato, confezionate in comode vaschette monodose e già pronte da gustare in ogni momento. E a prova di dieta.

3. YOGURT GRECO e frutta secca
Per la sua alta capacità saziante, la consistenza cremosa, il sapore intenso e la porzionatura in cui viene venduto (in genere vasetti da 150 g), lo yogurt greco (che tecnicamente si definisce “yogurt colato”) è ideale per un mini-pranzo fresco e nutriente e per uno snack gustoso e gratificante, soprattutto se arricchito con miele e frutta secca.
Le versioni 0% grassi alla frutta, al caffè o alla vaniglia rappresentano un “piacere dolce” da gustarsi senza timori per la linea considerato il basso valore energetico (circa 80 calorie a vasetto, ossia meno del 5% del fabbisogno giornaliero) e l‘alto contenuto di proteine (in un vasetto c’è il 27% circa di quelle di cui abbiamo bisogno ogni giorno), che lo rendono ideale in tutte le diete dimagranti iperproteiche.

4. FORMAGGIO SPALMABILE e frutta o marmellata
Cremoso e fresco, il formaggio spalmabile è disponibile in diverse versioni, compreso quella light che fornisce circa 80 calorie per ogni porzione da 40 grammi. In Nord Europa è un must, l’ingrediente indispensabile dalla colazione allo snack. Per una merenda sana e nutriente basta stendere sul pane integrale un paio di cucchiai di “cream cheese“ light, aggiungendo poi agrumi, frutti rossi e frutta fresca di stagione, tagliati a pezzetti. L’alternativa è miscelare il formaggio spalmabile light con metà dose di marmellata di fragole e con un pizzico di vaniglia, e spalmare su pane ai cereali e completare con fragole a fettine.

5. LATTE e frutta (anche in succo)
Un frappé è un’ottima soluzione, golosa e gustosa, per abbinare le vitamine e le fibre della frutta con i minerali e le proteine del latte. Il tutto con un apporto calorico light: solo 125 calorie per un bicchierone di frappé preparato frullando 700 g di ananas, 100 ml di latte, 5 cucchiai di ghiaccio tritato, 1 cucchiaino di zucchero e 200 ml di succo di ananas.

Nata nel 1945, Assolatte rappresenta il primo settore del Made in Italy alimentare. Riunisce oltre 200 aziende
(piccole, medie e grandi realtà nazionali, private e cooperative, grandi aziende internazionali) che rappresentano il 90% del
fatturato complessivo del settore. Assolatte raggruppa tutti i prodotti lattiero caseari: il latte da bere, in tutte le sue tipologie,
lo yogurt e gli altri latti fermentati, il burro e tutti i formaggi. Dai tesori della grande tradizione casearia ai prodotti più moderni
e innovativi.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.