Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cucina

Farina e lievito sono introvabili? Assolatte propone 5 modi per sostituirli e cucinare dolci “light”

Immagine di copertina

Cinque modi semplici per addolcire la quarantena grazie ai latticini in maniera gustosa... anche per chi si è messo a dieta

Farina e lievito sono introvabili? Assolatte propone 5 modi per sostituirli e cucinare dolci “light”

Le giornate di quarantena dovute all’emergenza-Coronavirus fanno venire voglia di dolci fatti in casa, ma da un lato bisogna stare attenti a non eccedere con le calorie e dall’altro è sempre più difficile trovare farina e lievito nei supermercati.

Assolatte propone cinque idee golose, da gustare senza rimorsi anche se ci si è messi a dieta.

C’è un modo semplice e naturale per mettere d’accordo il piacere del dolce, con la voglia di genuinità e con il desiderio di essere in forma: approfittare dei latticini naturalmente leggeri o alleggeriti, che soddisfano la voglia di dolce senza far ingrassare.

Prodotti come yogurt, panna montata, fiocchi di latte, formaggi “light”, latte e ricotta sono perfettamente inseribili in ogni dieta ipocalorica – ribadisce Assolatte – e si prestano anche ottimamente a essere gustati e apprezzati in versione “dolce”, come merenda o fuoripasto, a colazione o a fine pranzo.

Con tutto il piacere di apprezzarne il gusto e la bontà, ma senza sensi di colpa, aggiunge Assolatte, perché hanno un buon potere saziante (e così combattono la fame), forniscono preziose sostanze nutritive (come calcio, proteine di alta qualità, zinco, potassio e vitamine del gruppo B) e hanno un apporto energetico modesto. Basti pensare che 100 g di latte scremato forniscono solo 36 calorie. Ossia quanto un biscotto.

Scegliendo le versioni “magre” o parzialmente scremate di latte e yogurt si possono consumare le 2-3 porzioni raccomandate ogni giorno dalle Linee guida italiane per una sana alimentazione, assumendo solo 135 calorie complessive quotidiane. Ma garantendosi il 58% del calcio, il 31% dello zinco e il 25% delle proteine necessari ogni giorno, spiega Assolatte.

Ecco come trasformare 5 latticini in “dolci” buoni, naturali, genuini e leggeri

1. PANNA MONTATA in macedonia o caffé
Un ciuffo di panna montata è il peccato di gola meno “pericoloso” al mondo perché un bel cucchiaio non arriva a superare le 30 calorie. Non c’è da stupirsi: essendo gonfiata di aria, la panna montata non diventa solo straordinariamente soffice ma anche molto leggera. Si può dunque approfittare per dare un tocco lussurioso alla solita macedonia di frutta o per rendere più goloso il caffè, soddisfacendo la voglia di dolce anche senza ricorrere al dessert.

2. RICOTTA con cioccolato, frutta o marmellata
Gustosa e leggera, morbida e dolce, la ricotta è un latticino davvero “virtuoso”: ha un basso apporto energetico (solo 146 calorie ogni 100 g) ma è ricca di calcio (295 mg) e fosforo (237 mg). Inoltre, con il suo sapore latteo e acidulo, rappresenta una base perfetta da declinare come dessert light: si possono semplicemente aggiungere scagliette di cioccolato fondente, polvere di  cacao, pezzetti di frutta fresca o secca, o un cucchiaino di marmellata di frutti di bosco o di castagne. In commercio si trovano anche ricottine dolci, alla frutta o al cioccolato, confezionate in comode vaschette monodose e già pronte da gustare in ogni momento. E a prova di dieta.

3. YOGURT GRECO e frutta secca
Per la sua alta capacità saziante, la consistenza cremosa, il sapore intenso e la porzionatura in cui viene venduto (in genere vasetti da 150 g), lo yogurt greco (che tecnicamente si definisce “yogurt colato”) è ideale per un mini-pranzo fresco e nutriente e per uno snack gustoso e gratificante, soprattutto se arricchito con miele e frutta secca.
Le versioni 0% grassi alla frutta, al caffè o alla vaniglia rappresentano un “piacere dolce” da gustarsi senza timori per la linea considerato il basso valore energetico (circa 80 calorie a vasetto, ossia meno del 5% del fabbisogno giornaliero) e l‘alto contenuto di proteine (in un vasetto c’è il 27% circa di quelle di cui abbiamo bisogno ogni giorno), che lo rendono ideale in tutte le diete dimagranti iperproteiche.

4. FORMAGGIO SPALMABILE e frutta o marmellata
Cremoso e fresco, il formaggio spalmabile è disponibile in diverse versioni, compreso quella light che fornisce circa 80 calorie per ogni porzione da 40 grammi. In Nord Europa è un must, l’ingrediente indispensabile dalla colazione allo snack. Per una merenda sana e nutriente basta stendere sul pane integrale un paio di cucchiai di “cream cheese“ light, aggiungendo poi agrumi, frutti rossi e frutta fresca di stagione, tagliati a pezzetti. L’alternativa è miscelare il formaggio spalmabile light con metà dose di marmellata di fragole e con un pizzico di vaniglia, e spalmare su pane ai cereali e completare con fragole a fettine.

5. LATTE e frutta (anche in succo)
Un frappé è un’ottima soluzione, golosa e gustosa, per abbinare le vitamine e le fibre della frutta con i minerali e le proteine del latte. Il tutto con un apporto calorico light: solo 125 calorie per un bicchierone di frappé preparato frullando 700 g di ananas, 100 ml di latte, 5 cucchiai di ghiaccio tritato, 1 cucchiaino di zucchero e 200 ml di succo di ananas.

Nata nel 1945, Assolatte rappresenta il primo settore del Made in Italy alimentare. Riunisce oltre 200 aziende
(piccole, medie e grandi realtà nazionali, private e cooperative, grandi aziende internazionali) che rappresentano il 90% del
fatturato complessivo del settore. Assolatte raggruppa tutti i prodotti lattiero caseari: il latte da bere, in tutte le sue tipologie,
lo yogurt e gli altri latti fermentati, il burro e tutti i formaggi. Dai tesori della grande tradizione casearia ai prodotti più moderni
e innovativi.

Ti potrebbe interessare
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Costume / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Ti potrebbe interessare
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Costume / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cucina / Il caffè: un beneficio in tazza
Cucina / Roma eletta città più “vegan-friendly” d’Italia
Cucina / Mangiare bene e mangiare sano con l’aceto balsamico
Costume / La lasagna del 2021 è in un tubetto di dentifricio