Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:09
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Ragazza autistica di 19 anni lascia la scuola perché non ha l’insegnante di sostegno

Immagine di copertina

Federica, 19 anni, non riusciva a seguire le lezioni a causa della mancanza di un sostegno

Ragazza autistica lascia la scuola perché non ha l’insegnante di sostegno

Una ragazza autistica ha lasciato la scuola perché non le è stata assegnata un’insegnante di sostegno, nonostante la richiesta della madre avanzata a inizio anno scolastico, il 16 settembre scorso.

Federica ha 19 anni e frequenta il quarto anno del liceo artistico a Sassari, ma quest’anno non è riuscita a seguire nessuna delle lezioni per l’assenza di un sostegno.

La denuncia è arrivata dalla madre, che dopo aver ritirato la figlia da scuola, ha lanciato un appello su Facebook, in cui è la stessa Federica a parlare.

Fede lascia la scuola, ma non per sua volontà” si legge nel post.

“Ho 19 anni sono una ragazza speciale con tanta volontà, dovrei frequentare il quarto anno all”Istituto d’arte, dico dovrei perché la mia mamma oggi mi ha ritirato da scuola. Passo le mie ore seduta in classe a guardare gli altri studenti e sapete perché?, perché non mi danno ciò che mi spetta. le insegnanti e gli educatori. quindi come potete vedere dalle mie foto a malincuore lascio la scuola ORA CHIEDO POLITICI.PRIMO CITTADINO DOVE SIETE in quanti mi risponderete chiedo a tutti di fare arrivare la mia voce più lontana possibile”.

Pochi giorni prima, Rita Masia, la madre di Federica, aveva scritto sul social: “Bene anche oggi Federica si ritrova sola in classe (istituto d”arte) a guardare i suoi compagni che fanno lezione, poiché lei non ha ancora nessuna insegnante. Pensate una ragazza 4 ore seduta in un banco a guardare gli altri. mi vedo costretta a ritirare Federica da scuola, cosa che sto facendo in questo momento. Sicuramente tutto ciò avrà delle conseguenze e danni morali per la ragazza. Giornate di lavoro perse per me”.

Quello di Federica è un caso estremo, ma in Italia quest’anno mancano all’appello 60mila insegnanti di sostegno, ovvero docenti specializzati con un posto “di diritto”, una cattedra fissa nello stesso istituto. Gli insegnanti di sostegno sono precari, e i ruoli vacanti vengono coperti da supplenti, nominati anno dopo anno, non sempre disponibili a trasferirsi nella scuola a cui sono destinati, soprattutto se informati con scarso preavviso.

Per questo motivo, soprattutto a inizio anno, molti studenti disabili rimangono senza supporto.

Un nuovo studio conferma che non vi è legame tra autismo e vaccino per morbillo, rosolia e parotite

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Urbano Cairo insulta la sindaca di Torino: "Appendino? Una deficiente"
Cronaca / Sgarbi contro il bacio saffico nello spot Dietorelle: “Pubblicità oscena”
Cronaca / "Hanno bloccato Reithera ma così l'Italia sarà sotto schiaffo di Big Pharma"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Urbano Cairo insulta la sindaca di Torino: "Appendino? Una deficiente"
Cronaca / Sgarbi contro il bacio saffico nello spot Dietorelle: “Pubblicità oscena”
Cronaca / "Hanno bloccato Reithera ma così l'Italia sarà sotto schiaffo di Big Pharma"
Cronaca / La Chiesa apre al Ddl Zan: “Ok alla proposta di legge, ma deve essere più chiara”
Cronaca / Roma, 31enne precipita da un ponte del Tevere mentre si fa un selfie: è grave
Costume / “Fedez mi ha censurato”: il prete youtuber accusa il rapper. Il botta e risposta social | VIDEO
Cronaca / Coprifuoco e riaperture, in arrivo il nuovo decreto: ecco cosa cambia
Cronaca / Somministrate 27.3 milioni di dosi
Cronaca / Di Maio: "È ora di superare il coprifuoco"
Cronaca / Roberto Angelini e la multa per lavoro nero: “Chiedo scusa. Ho sbagliato tutto”