Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Non ce la facciamo più, rischiamo una Caporetto sanitaria”: l’appello dei medici al governo

Immagine di copertina
credit: Ansa foto

Il sindacato dei medici e della dirigenza sanitaria italiana (Anaao Assomed) ha lanciato un appello al governo chiedendo di agire subito per evitare una “Caporetto sanitaria“.

Nel comunicato stampa diffuso dal sindacato vengono chieste misure “straordinarie e urgenti per impedire che il Servizio Sanitario Nazionale venga travolto dall’esplodere del numero dei contagi, legato alle caratteristiche della variante Omicron, che sta esercitando una pressione crescente sulle strutture ospedaliere e sul loro personale”.

Il sindacato denuncia che medici e dirigenti sono “falcidiati dai contagi al punto da rendere problematica la copertura dei turni di lavoro” e che, letteralmente, “non ce la fanno più“.  Il “personale – chiarisce Anaao Assomed – è in pieno burnout psichico fisico, demoralizzato dopo due anni di superlavoro, esposto ad aggressioni non solo verbali, malpagato e costretto a carichi di lavoro massacranti”.

Cosa serve? “Soldi e personale aggiuntivo, senza il quale semplicemente non se ne esce” afferma il sindacato.

Inoltre, medici e dirigenti propongono cinque misure da adottare per gestire l’attuale emergenza:

  1. affidare vaccini e tamponi ai 50.000 medici in formazione specialistica con appositi contratti retribuiti;
  2. consentire al personale sanitario la permanenza in servizio, su base volontaria e per almeno 6 mesi, dopo il raggiungimento dei limiti di quiescenza anticipata;
  3. aprire tutte le forme di reclutamento ai medici specialisti privi della cittadinanza italiana, come del resto prevede la legge;
  4. valorizzare, in maniera congrua da un punto di vista economico e con risorse dedicate, le attività dei professionisti sanitari a contrasto della pandemia, anche attraverso l’indennità di rischio biologico finora negata ai medici e dirigenti sanitari;
  5. coinvolgere maggiormente strutture e personale della sanità privata nella gestione della emergenza.

Per il sindacato, inoltre, la legge di bilancio ha “colpevolmente dimenticato le criticità di un personale che è il vero baluardo al dilagare di un virus dagli effetti disastrosi”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / I Savoia rivogliono i gioielli della corona custoditi dalla Banca d’Italia: “Appartengono a noi”
Cronaca / Milano, violenze in piazza Duomo: tre indagati. Dicevano: “Quella dalla a me”
Cronaca / Torino, bambino di 10 anni muore per Covid: “Non si era potuto vaccinare per un problema di salute”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / I Savoia rivogliono i gioielli della corona custoditi dalla Banca d’Italia: “Appartengono a noi”
Cronaca / Milano, violenze in piazza Duomo: tre indagati. Dicevano: “Quella dalla a me”
Cronaca / Torino, bambino di 10 anni muore per Covid: “Non si era potuto vaccinare per un problema di salute”
Cronaca / Arezzo, operaio 51enne muore incastrato in un macchinario
Cronaca / Covid, Capobianchi: “L’infezione si spegnerà ma una nuova variante potrebbe sparigliare le carte”
Cronaca / "Ebreo di me**a, devi morire": bambino insultato e preso a calci da due 15enni
Cronaca / Lufthansa e Msc sono interessate a Ita Airways: “Ma il governo resti nella società”
Cronaca / Boom di dimissioni volontarie nelle aziende: “I giovani si interrogano sul senso del lavoro e della vita”
Cronaca / Luana D’Orazio, 166mila euro l’indennizzo Inail per i parenti della ragazza morta sul lavoro
Cronaca / Lampedusa, 280 migranti sono sbarcati sull’isola. Sette i morti per il freddo