Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Trovato morto l’attore Paolo Calissano: “Ucciso da un mix di farmaci”

Immagine di copertina
Credit: Ansa photo

L’attore Paolo Calissano, 54 anni, è stato trovato senza vita nella sua casa a Roma, nel quartiere Balduina. Secondo i carabinieri, a ucciderlo è stato un mix di farmaci. Gli inquirenti stanno accertando se l’overdose sia stata volontaria o meno. Sul pavimento, sul comodino e in cucina sono state ritrovate pillole e diverse confezioni di medicinali che assumeva a causa della depressione per la quale era in cura.

A dare l’allarme è stata la campagna dell’attore che per tutta la giornata non è riuscita a contattarlo, perciò ha avvertito le Forze dell’ordine. Alle 23 è stato, poi, trovato il corpo nell’appartamento.

Nato a Genova, Calissano era diventato un volto noto delle fiction e delle soap opera anni Novanta – Duemila. Dopo aver frequentato la Boston University, nel 1990, per studiare recitazione alla School of Arts, l’attore ha avuto diverse esperienze nel campo cinematografico e televisivo. Ha debuttato prima al cinema con “Palermo – Milano solo andata”, poi ha recitato nella serie tv americana “General Hospital”, in due stagioni della fiction “La dottoressa Giò”, nella miniserie “Per amore”, come anche nella soap opera “Vivere” e in due stagioni di “Vento di ponente”. Nel 2004 ha partecipato all’Isola dei famosi che ha dovuto però abbandonare a causa di un infortunio al ginocchio.

Nel 2005 è stato arrestato con l’accusa di cessione di stupefacenti e condannato a quattro anni di reclusione che ha scontato nella Comunità per tossicodipendenti “Fermata d’Autobus” di Trofarello. Nel suo appartamento a Genova era morta, per overdose di cocaina, Ana Lucia Bandeira, una ballerina brasiliana.

Nel 2007, in seguito all’indulto, è tornato sul palco recitando al Teatro Brancaccio d Roma nel musical “A un passo dal sogno”. Nel 2008, però, un malessere ha interrotto la sua partecipazione. Nello stesso anno è stato coinvolto in un incidente automobilistico ed è risultato positivo alla cocaina.

Nel 2014 è tornato in tv per un’intervista di Barbara d’Urso a Pomeriggio Cinque. Nel 2018 la sua ultima apparizione in tv nella fiction “Non dirlo al mio capo 2”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”
Cronaca / Bassetti: “Tutti prenderanno la variante Omicron entro l’inizio dell’estate”
Cronaca / Melandri scaricato da uno sponsor dopo le dichiarazioni sul Covid: “Prendiamo le distanze”
Cronaca / La previsione del capo di Pfizer: “L’attuale ondata di Covid-19 sarà l’ultima con le restrizioni”