Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Molestie sul treno Verona-Milano, la procura indaga: “Una trentina di ragazzi ci toccavano e ci insultavano”

Immagine di copertina
Credit: ANSA/MATTEO CORNER

Molestie sul treno Verona-Milano, la procura indaga: “Una trentina di ragazzi ci toccavano e ci insultavano”

Rissa aggravata, danneggiamenti, tentata rapina, moltestie. Sono alcune delle accuse che la procura potrebbe contestare ai giovani coinvolti nei disordini avvenuti il 2 giugno sulle rive del lago di Garda e sospettati poi di aver molestato almeno cinque ragazze sul treno Verona-Milano.

Le vittime delle aggressioni a sfondo sessuale, avvenute sul treno affollato, potrebbero essere addirittura una decina, secondo quanto dichiarato dalle ragazze che finora hanno denunciato i fatti.

“Ci toccavano e ci insultavano”, ha detto una delle cinque ragazze tra i 16 e i 17 anni, che stavano rientrando a Milano dopo una visita a Gardaland. “Temevo potessero farmi del male”, ha affermato un’altra delle vittime, spiegando perché non aveva chiamato il 112. “Ero in balìa di quei ragazzi, mi hanno palpeggiata almeno tre volte”, ha detto, secondo quanto riportato da La Repubblica. Una situazione peggiorata quando qualcuno ha tirato il freno d’emergenza, facendo scattare l’allarme. Alle ragazze, circondate, è stato impossibile cambiare vagone per avvicinare il capotreno. “Abbiamo pregato un ragazzo di aiutarci a scendere, e lui ci ha liberate”, ha detto una delle ragazze, spiegando come il gruppo fosse riuscito a scendere alla stazione di Desenzano, nonostante gli altri passeggeri cercassero di ostacolarle.

Secondo gli inquirenti, molti dei passeggeri presenti sul treno avrebbero preso parte a un maxiraduno organizzato sulla spiaggia di Peschiera del Garda, in cui erano intervenute le forze dell’ordine in tenuta antisommossa per disperdere la folla riunita via social. Sui fatti la procura di Verona ha aperto due fascicoli separati, per le risse e i vandalismi sulla spiaggia da una parte e le molestie sul treno dall’altra.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Somalia, ucciso da una bomba Omar Hassan: era stato condannato e poi assolto per l’uccisione di Ilaria Alpi
Cronaca / Marmolada, trovati altri corpi: le vittime accertate salgono a 9
Cronaca / Covid, Bassetti: “Attenzione alla variante indiana. Forse più contagiosa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Somalia, ucciso da una bomba Omar Hassan: era stato condannato e poi assolto per l’uccisione di Ilaria Alpi
Cronaca / Marmolada, trovati altri corpi: le vittime accertate salgono a 9
Cronaca / Covid, Bassetti: “Attenzione alla variante indiana. Forse più contagiosa”
Cronaca / Lo chef stellato Andrea Aprea: “Ho assunto trenta persone. Se paghi il giusto le trovi”
Cronaca / Fratelli Bianchi, la madre: “Sentenza ingiusta. Condannati a furor di popolo”
Cronaca / Il Papa nominerà due donne al dicastero dei Vescovi: è la prima volta nella storia
Cronaca / Molestie adunata alpini, pm chiede l’archiviazione: “Difficile identificare i colpevoli”
Cronaca / Consumi, le famiglie non hanno mai speso così tanto per energia, gas e carburanti
Cronaca / Napoli, bufera sulla pizzeria “Dal Presidente” per una storia omofoba su Instagram
Cronaca / Alessandra, sopravvissuta sulla Marmolada, e il post d’addio al compagno: “Ti amo Tommaso”