Napoli, scontro tra treni della metropolitana: 9 feriti tra cui il macchinista

Con estrema probabilità, secondo i primi rilievi dei carabinieri e dei vigili del fuoco, uno dei treni non avrebbe rispettato il rosso del semaforo che gli imponeva lo stop

Di TPI
Pubblicato il 14 Gen. 2020 alle 08:57 Aggiornato il 14 Gen. 2020 alle 11:02
329
Immagine di copertina

Incidente intorno alle 7 tra treni della linea 1 della metropolitana di Napoli appena fuori dalla stazione Piscinola. Lo scontro è avvenuto tra un treno che dal deposito si stava immettendo sul binario 1 e che si è scontrato con un altro che viaggiava sullo stesso binario e che si apprestava a entrare in stazione.

Sul posto sono giunge le ambulanze.  Sarebbero due le persone che hanno riportato ferite più importanti ma non particolarmente gravi: si tratta del macchinista, che si trova nell’ospedale Cardarelli e che ha riportato un trauma toracico e di una passeggera con un trauma lombo-sacrale (che si trova invece al CTO). Gli altri sono feriti lievi. I feriti sono in totale nove.

L’incidente ha coinvolto un treno con molti passeggeri a bordo che era appena partito dal binario 2 della stazione di Piscinola. L’urto avrebbe fatto saltare tre porte del convoglio.

La linea 1 della metropolitana collinare di Napoli è ferma anche perché sul posto i magistrati della procura di Napoli con carabinieri e vigili del fuoco stanno eseguendo i primi rilievi.

Un fascicolo sarà aperto a breve per ora senza indagati e con ipotesi di reato ancora da valutare: si va dalle lesioni colpose al disastro ferroviario anche se questa ipotesi sembra poco configurabile dato che i feriti, per fortuna, non sono in pericolo di vita.

I pm dovranno verificare, anche con l’uso di immagini delle telecamere di bordo e quelle che ci sono lungo la linea ferroviaria, l’eventualità che il convoglio  partito dal deposito non abbia rispettato il semaforo rosso. Se questa circostanza sarà confermata occorrerà allora comprendere se il sistema di sicurezza era funzionante. Indagine anche sui sistemi frenanti dei mezzi per comprendere se lo scontro era evitabile o se ci siano stati distrazioni.

I fatti

Il treno che è partito dal deposito dal binario 2 si stava immettendo sul binario uno alla stazione Piscinola della linea 1 della metropolitana di Napoli verso le 7 del mattino.

Con estrema probabilità, secondo i primi rilievi dei carabinieri e dei vigili del fuoco, non avrebbe rispettato il rosso del semaforo che gli imponeva lo stop.

Quando si è immesso sul binario 1, il convoglio ha impattato contro un altro treno da poco partito dalla stazione Piscinola, mentre un altro era in arrivo pieno di pendolari che vanno verso il centro della città.

Nell’urto, sette i feriti, tra i quali due gravi ma non in pericolo di vita: uno dei macchinisti che ha riportato riportato un trauma toracico ed è sotto choc, ricoverato all’ospedale Cardarelli, e una passeggera con un trauma lombo-sacrale al Cto dell’ azienda ospedaliera dei Colli.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

329
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.