Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Guida al super green pass: ecco dove serve e dove no

Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

Il Super green pass entrato in vigore il 10 gennaio non servirà dappertutto (così come quello base). In luoghi come supermercati, farmacie, edicole, e anche dal veterinario non sarà necessario. Quindi per esigenze alimentari, sanitarie e di sicurezza e giustizia. Il certificato verde rafforzato possono averlo soltanto le persone vaccinate o guarite dal covid, mentre quello base è ottenibile anche grazie a un tampone rapido valido 48 ore o a un molecolare per 72.

Dove non sarà necessario il green pass:

  • supermercati e negozi alimentari;
  • tabaccherie;
  • edicole;
  • ambulatori medici;
  • farmacie;
  • ospedali;
  • cliniche;
  • veterinari;
  • caserme (per presentare una denuncia);

Dal 10 gennaio, però, sono aumentati i luoghi in cui è necessario il super green pass:

  • mezzi di trasporto (aerei, treni, navi, bus, tram, metro);
  • ristoranti e bar (sia al chiuso sia all’aperto)
  • piscine, palestre e per sport di squadra al chiuso;
  • centri benessere, centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • musei;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi centri educativi per l’infanzia);
  • centri congressi;
  • alberghi;
  • feste dopo cerimonie religiose e civili;
  • impianti di risalita;
  • sagre, fiere;
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Dal 20 gennaio, il green pass base sarà obbligatorio anche per:

  • parrucchieri e barbieri;
  • centri estetici;
  • per colloqui visivi in presenza con i detenuti all’interno degli istituti penitenziari per adulti e minori.

Dal 1° febbraio, poi, il certificato verde base servirà per entrare anche:

  • negli uffici pubblici;
  • alla posta;
  • in banca o in uffici finanziari;
  • nei centri commerciali.
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”
Cronaca / Bassetti: “Tutti prenderanno la variante Omicron entro l’inizio dell’estate”
Cronaca / Melandri scaricato da uno sponsor dopo le dichiarazioni sul Covid: “Prendiamo le distanze”