Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Solo gang bang”, locale sequestrato a Roma per prostituzione: tre arresti

Immagine di copertina

“Solo gang bang”: locale sequestrato a Roma per prostituzione

Un locale è stato chiuso a Roma per prostituzione. Secondo quanto riporta La Repubblica, alcune donne venivano sfruttate e costrette a praticare delle “gang bang”, rapporti di gruppo. Ogni donna riceveva da sola anche dieci clienti per volta in cambio di una cifra irrisoria. Mercoledì scorso (9 marzo) gli agenti del distretto San Paolo diretti da Michele Peloso hanno messo i sigilli al bordello clandestino ricavato in un ex studio fotografico in vicolo della Serpe, nel municipio XII, ai confini con il Portuense, a Roma. Ogni cliente, secondo quanto ricostruito, pagava dai 60 euro, se era un frequentatore abituale, ai 100 euro, se si trattava di un nuovo avventore. Alle prostitute venivano corrisposti tra i 50 e i 60 euro per ogni sessione che coinvolgeva fino a un massimo di sei uomini, 100 euro da 10 clienti in su. Un obolo che gli sfruttatori chiamavano “il regalino”.

A finire in manette sono stati un bosniaco 36enne e due romani di 43 e 66 anni. I tre avevano trasformato lo studio fotografico in un luogo dove consumare sole “gang bang”, sesso di gruppo, come hanno ricostruito gli agenti, che hanno scoperto quell’antro squallido partendo dagli annunci pubblicati sui siti di incontri per adulti Trovagnocca e Bakeca Incontri. Al momento dell’irruzione, oltre a cinque clienti, c’erano due donne romane di 57 e 39 anni. “A casa mancano i soldi”, ha raccontato la 57enne. La collega invece è stata evasiva, ha cercato di negare il sistema di induzione alla prostituzione. “Ho due figli a casa, il mio compagno non sa cosa faccio, pensa che stia lavorando come impiegata”. Oltre a loro due, sarebbero altre quattro le donne coinvolte a turno nel bordello clandestino aperto tutti i giorni dalle 18 alle 24.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Sta ‘zoccoletta’ avrà quel che si merita”: studentessa insultata sui social da un professore per il suo abbigliamento
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, primo caso in Toscana: salgono a 4 i contagi registrati in Italia
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, la Spagna indaga sul Gay Pride delle Canarie: “Possibile focolaio d’Europa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Sta ‘zoccoletta’ avrà quel che si merita”: studentessa insultata sui social da un professore per il suo abbigliamento
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, primo caso in Toscana: salgono a 4 i contagi registrati in Italia
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, la Spagna indaga sul Gay Pride delle Canarie: “Possibile focolaio d’Europa”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, Oms: “Finora 92 casi in 12 Paesi, attesi altri contagi”
Cronaca / Ilaria Capua: “Peste suina? Un’emergenza annunciata per cui non esiste il vaccino”
Cronaca / Covid, 17.744 casi e 34 morti: il bollettino di oggi
Cronaca / Firenze, furto da film in una gioielleria: i ladri sono entrati dalle fogne
Cronaca / Non vuole giocare a palla con la figlia, la mamma picchia l’amichetta al parco
Cronaca / Trani, scontro in volo tra due ultraleggeri: due morti e tre feriti
Cronaca / Lecco, perde il controllo della moto e investe pedoni: due morti e un ferito