Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:24
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Il disturbatore tv Gabriele Paolini condannato a 8 anni per induzione alla prostituzione e pedofilia

Immagine di copertina
Il 'disturbatore' televisivo Gabriele Paolini Credits: ANSA/ ALESSIO TARALLETTO

Dall‘induzione alla prostituzione, alla pedofilia fino alla tentata violenza, per un totale di otto anni di carcere: Gabriele Paolini è stato così condannato.

Ieri – 21 giugno – all’alba, gli agenti del distretto di polizia romano di San Basilio (del primo dirigente Eugenio Ferraro) hanno bussato alla porta del disturbatore televisivo e gli hanno notificato un ordine di esecuzione pena emesso dalla Corte d’Appello di Roma.

La condanna nasce da una denuncia del 2013, a seguito della quale Paolini venne spedito per 19 giorni in carcere e agli arresti domiciliari per 20 mesi dopo che il giudice per le indagini preliminari gli contestava una serie di rapporti sessuali con alcuni minorenni, in cambio di soldi e regali. Inoltre avrebbe avuto una relazione con un 17enne.

Ad aggravare la posizione di Paolini, secondo i giudici, un insistente tentativo di persuasione nei confronti delle giovani vittime, pur a fronte delle palesi resistenze oppostegli, con modalità espressive di reiterata e collaudata tecnica di induzione.

Nel 2017 arrivò la condanna di primo grado a cinque anni di reclusione da parte dei giudici della quinta sezione penale del tribunale di Roma, poi confermata dalla Terza Sezione della Corte d’Appello e resa definitiva dalla Cassazione.

Un rapporto di amore ed odio quello che gli inviati televisivi hanno sempre avuto con l’onnipresente alle dirette Gabriele Paolini. Dagli insulti in diretta sul Tg4 da parte di Emilio Fede al calcio che ricevette davanti alle telecamere Rai da un noto giornalista. “Un’occasione perduta per la giustizia – ha commentato l’avvocato Massimiliano Kornmuller, uno dei legali di Gabriele Paolini -. Il mio assistito si è sempre professato innocente”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 19.666 casi e 105 morti: il bollettino del 27 maggio 2022
Cronaca / Al ristorante senza pagare: “Siamo Casamonica”. Tre esponenti arrestati per estorsione
Cronaca / Lavoro h24: “Che il diritto salariale delle casalinghe sia fissato per legge”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 19.666 casi e 105 morti: il bollettino del 27 maggio 2022
Cronaca / Al ristorante senza pagare: “Siamo Casamonica”. Tre esponenti arrestati per estorsione
Cronaca / Lavoro h24: “Che il diritto salariale delle casalinghe sia fissato per legge”
Cronaca / Neonata ricoverata per emorragia cerebrale: risultata positiva alla cocaina
Cronaca / Vaiolo delle scimmie: ecco tutto quello che c’è da sapere
Cronaca / Rogo a Stromboli, Ambra Angiolini: “Sono qui a dare una mano, non è stata una notte facile”
Cronaca / Violante Guidotti Bentivoglio e la leucemia: “Salva grazie al midollo di un ragazzo di 19 anni”
Cronaca / Bnl scarica i disabili: così la banca di Telethon si disfa di 200 lavoratori fragili
Cronaca / Caracciolo a TPI: “A Est guardano la storia, noi l’abbiamo dimenticata. Biden? Pensa alle elezioni”
Cronaca / La colf fa causa a Gianluca Vacchi: “Costretta a ballare a tempo per i suoi Tik Tok altrimenti si arrabbiava”