Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Emergenza siccità, l’allarme di Enel: “L’acqua è finita”

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ UFFICIO STAMPA

La regione Lombardia ha chiesto agli operatori del settore idroelettrico di far confluire nel lago di Como e nel lago d'Iseo quasi 50 milioni di metri cubi di acqua nei prossimi dieci giorni.

Emergenza siccità, l’allarme di Enel: “L’acqua è finita”

“L’acqua è finita”. Lo ha dichiarato l’Enel dopo aver messo a disposizione di agricoltori e allevatori parte dell’acqua destinata agli impianti idroelettrici, in risposta alla grave siccità che sta attraversando la penisola.

Risorse che Enel ha interamente assegnato, ha dichiarato la compagnia durante una seduta della commissione congiunta Agricoltura e Montagna della regione Lombardia, convocata in via straordinaria per la grave crisi idrica.

“Tutta la disponibilità” di acqua è stata impiegata dagli operatori del settore idroelettrico “per coprire la necessità del comparto agricolo nei prossimi 10 giorni”, ha detto Giovanni Rocchi, legale rappresentante di Enel. Secondo Rocchi, anche se “è stato fatto tutto il possibile”, l’acqua adesso “è finita”. “Tutta quella a disposizione è stata ripartita nel tempo richiesto”, ha sottolineato. “Di più non possiamo fare”, ha aggiunto, “le risorse sono esaurite”.

La regione Lombardia ha chiesto agli operatori del settore idroelettrico di far confluire nel lago di Como 4 milioni di metri cubi d’acqua in media al giorno e 900mila metri cubi d’acqua nel lago d’Iseo, , per i prossimi dieci giorni.

Ieri il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani si è detto “molto preoccupato” per la siccità, che rischia di mettere a rischio il funzionamento delle centrali idroelettriche. “La politica dell’acqua non è ‘scorrelata’ da quella energetica”, ha detto il ministro. “Basti pensare che in questo momento di estrema siccità si stanno chiudendo le centrali idroelettriche perché non c’è flusso”, ha aggiunto. “Speriamo che sia una cosa contingente. Stiamo valutando tutte le azioni da fare. Non è solo un problema energetico, è anche agricolo”. Negli ultimi giorni, due centrali sono state costrette allo stop a causa della siccità in Lombardia: quella di Sermide, al confine con il Veneto e in parte quella di Ostiglia. In allerta anche le centrali che ricorrono al gas, in cui manca l’acqua per raffreddare gli impianti.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / La causa del secolo: la storia delle giovani attiviste che hanno fatto causa allo Stato per inazione climatica
Ambiente / Emergenza siccità, il governo prepara il Dpcm: tutto il Nord in “zona rossa”. A rischio anche Marche e Lazio
Ambiente / Giudizio universale: i cittadini fanno causa allo Stato per “inazione climatica”. Ecco cosa ha deciso il giudice
Ti potrebbe interessare
Ambiente / La causa del secolo: la storia delle giovani attiviste che hanno fatto causa allo Stato per inazione climatica
Ambiente / Emergenza siccità, il governo prepara il Dpcm: tutto il Nord in “zona rossa”. A rischio anche Marche e Lazio
Ambiente / Giudizio universale: i cittadini fanno causa allo Stato per “inazione climatica”. Ecco cosa ha deciso il giudice
Ambiente / Emergenza siccità, il ministro Patuanelli: “Inevitabile dichiarare lo stato di crisi”
Ambiente / Allarme siccità sul Po, chiesto il razionamento dell’acqua in 125 comuni: “Valori mai visti da 70 anni”
Ambiente / Imprese green, bilancio di sostenibilità elemento imprescindibile per creare valore
Ambiente / Le tre semplici regole per una pasta ancora più green
Ambiente / WWF, cambio ai vertici: Daniela Ducato eletta presidente
Ambiente / I danni degli pneumatici all’ecosistema
Ambiente / Il riscaldamento globale riduce anche le ore di sonno, lo rivela uno studio