Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus: il Gruppo Cimbali dona 10 ventilatori polmonari per la terapia intensiva

Immagine di copertina

Il Presidente Maurizio Cimbali: "Come azienda italiana fortemente radicata nel territorio, sentiamo la necessità e il dovere di sostenere il Servizio Sanitario Nazionale"

Coronavirus: il Gruppo Cimbali, eccellenza italiana nel settore del caffè, dona 10 ventilatori polmonari per la terapia intensiva al Servizio Sanitario Nazionale

Con questa donazione, del valore complessivo di circa 200.000 euro, l’azienda con sede a Binasco (Milano) desidera dimostrare la sua vicinanza alla comunità, sostenendo lo straordinario impegno compiuto da medici e operatori sanitari per contrastare l’pandemia di Covid-19.

“Il nostro Paese sta vivendo un periodo drammatico, sicuramente unico da parecchi decenni a questa parte – Ha dichiarato Maurizio Cimbali Presidente del Gruppo – Come azienda italiana fortemente radicata nel territorio lombardo, sentiamo la necessità, il dovere e l’impegno morale di sostenere il sistema sanitario e ospedaliero, che sta gestendo con un lavoro encomiabile questa emergenza, attraverso una donazione pari a 200 mila euro per l’acquisto di ventilatori polmonari per la terapia intensiva”.

Inoltre Gruppo Cimbali, che dal primo insorgere dell’emergenza ha messo in atto tutte le misure necessarie a tutelare la sicurezza di ogni dipendente e collaboratore, ha attivato una copertura assicurativa straordinaria che, in caso di infezione da Covid-19, garantirà un aiuto sia economico sia di assistenza post-ricovero.

“Come azienda famigliare – ha proseguito Maurizio Cimbali – riteniamo prioritaria la salute e sicurezza dei nostri collaboratori che anche in questi difficili momenti dimostrano grande passione e attaccamento al proprio lavoro. Per questo motivo abbiamo attivato una ulteriore copertura assicurativa in loro favore, oltre alle doverose misure di sicurezza interne già operative da settimane”.

Fondato nel 1912, il Gruppo Cimbali ha creato nel tempo di una rete che oggi coinvolge oltre 100 Paesi e 700 distributori.

Benché l’assetto sia diventato globale, lo spirito resta italiano, con con una forte presenza sul territorio: i tre stabilimenti produttivi in Italia presso Binasco (Milano), Ghisalba (Bergamo) e a Cappella Cantone (Cremona) producono ogni giorno, in media, 200 macchine.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Melandri ritratta: “Non ho preso volontariamente il Covid, era solo una battuta”
Cronaca / Covid, Locatelli (Cts): “Curva sta rallentando. Vaccinazioni con numeri straordinari”
Cronaca / Covid, oggi 180.426 casi e 308 morti. Tasso di positività al 14,8%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Melandri ritratta: “Non ho preso volontariamente il Covid, era solo una battuta”
Cronaca / Covid, Locatelli (Cts): “Curva sta rallentando. Vaccinazioni con numeri straordinari”
Cronaca / Covid, oggi 180.426 casi e 308 morti. Tasso di positività al 14,8%
Cronaca / Arriva il caro-colazione, per Assoutenti: “Al bar un euro e 50 per un caffè”
Cronaca / Marco Melandri: “Ho preso il Covid volontariamente per non vaccinarmi e avere il green pass”
Cronaca / Vladimir Luxuria a TPI: “Mi sento donna anche col pene”
Cronaca / Cannabis light, Luca Fiorentino a TPI: “In Europa si fanno leggi per aprire, da noi si cercano trabocchetti per chiudere”
Cronaca / La mamma di Fedez sventa un tentativo di truffa ai danni del figlio
Cronaca / No vax e non green pass di nuovo in piazza: oggi manifestazioni a Roma, Torino, Milano
Cronaca / Covid, oggi 186.253 casi e 360 morti: mai così tanti decessi dal 22 aprile scorso