Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Una classe si è vaccinata per poter stare accanto alla propria compagna leucemica

Il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, ha detto di essere fiero del gesto degli studenti

Di Rossella Melchionna
Pubblicato il 18 Gen. 2019 alle 14:44 Aggiornato il 18 Gen. 2019 alle 16:37
0
Immagine di copertina

È una storia di amicizia e solidarietà quella che arriva da Faenza, Emilia-Romagna. Come riporta Il resto del carlino, alcuni bambini hanno deciso di vaccinarsi contro l’influenza per poter stare accanto alla loro compagna di scuola, affetta da leucemia. L’episodio, risalente al gennaio 2019, ha commosso il web e anche il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, ha espresso la sua.

La vicenda

La bambina malata, di circa 10 anni, ha scoperto nel maggio 2018 di avere la leucemia linfoblastica acuta di tipo B. Da qui prima il ricovero all’ospedale di Faenza, poi a Rimini. La bambina, per curarsi, si sta sottoponendo a un ciclo di terapie che prevede l’isolamento: i farmaci distruggono le difese immunitarie e aumentano le probabilità di prendere virus.

La vicenda, inevitabilmente, ha colpito la cittadinanza. “Abbiamo attivato una rete con i suoi amici per non farla sentire sola e così attraverso un servizio di videochiamata il giorno del suo compleanno, la nostra bambina ha potuto salutare la classe, una cosa davvero emozionante e che ha riempito di gioia tutti”, ha raccontato la mamma. E le sue maestre, almeno due volte a settimana, si recano in ospedale per incontrare la piccola.

La madre della ragazzina ha anche spiegato alla testata che la scuola frequentata dalla figlia apporterà dei cambiamenti al suo interno. La piccola dovrebbe rientrare tra febbraio e marzo e così l’istituto ha deciso di spostare la classe in una stanza più grande in modo da evitare alla bambina di correre troppi rischi, che aumenterebbero negli spazi più piccoli. Ma secondo il parere medico ciò non basta: è necessario il vaccino antinfluenzale, da applicare almeno su metà studenti, per non mettere in pericolo il suo sistema immunitario.

“Nella chat della classe ho chiesto, ovviamente senza alcuna pretesa, se ci fosse la disponibilità da parte delle famiglie dei compagni di nostra figlia. Non mi aspettavo una risposta così ampia”, ha proseguito la madre. Quasi tutta la classe ha deciso di partecipare e la Regione, per premiare il gesto, ha concesso gratuitamente la vaccinazione.

La reazione del governo

Il ministro dell’Istruzione ha apprezzato molto la decisione dagli studenti e ha scritto su Facebook: “Sono molto fiero dei bambini della scuola di Faenza, che hanno deciso di vaccinarsi contro l’influenza per permettere a una loro compagna, in questo momento in ospedale per curare la leucemia, di tornare in classe con loro nelle prossime settimane senza correre rischi”.

Bussetti ha aggiunto: “Voglio ringraziarli, insieme ai loro genitori e ai loro insegnanti, per la sensibilità e la prontezza che hanno dimostrato. Hanno compiuto un gesto di grande responsabilità e solidarietà. Dimostrando con i fatti che la scuola è una grande comunità: in classe non si va solo per studiare, si stringono relazioni, si impara ad avere rispetto e cura gli uni degli altri”.

LEGGI ANCHE: Vaccino antinfluenzale 2018-2019

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.