Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Gli autisti Atac si difendono da soli: arti marziali e Krav Maga contro le aggressioni

Immagine di copertina

Alcuni autisti Atac, l’azienda dei trasporti di Roma, hanno deciso di difendersi da soli dalle sempre più frequenti aggressioni. L’ultima è stata registrata alle 6 di mattina del 26 luglio scorso al capolinea del 105 su via Casilina, nel cuore del quartiere Centocelle. L’autista del mezzo dopo aver rimproverato un passeggero: “Metti la mascherina o non sali” è stato aggredito violentemente ed è finito al pronto soccorso.

“Viaggiare e lavorare sui mezzi pubblici è diventato pericoloso?”, si chiedono i sindacati dei conducenti. “Atac per ora non sta intervenendo, per questo abbiamo deciso di organizzare i corsi di autodifesa per gli autisti, impareranno le tecniche delle arti marziali e di Krav Maga”, ha raccontato nei giorni scorsi Claudio Di Francesco, segretario della Faisa Siciel. Parole già sentite nei mesi scorsi, prima dell’introduzione delle regole anti Covid che, stando ai dati raccolti da Italpol, hanno “aggravato” la situazione: nell’ultimo mese si sono infatti registrati oltre 40 episodi di aggressione legati alle regole anti contagio (mascherine, distanziamento).

“La situazione è colma: è giunto il momento di organizzare corsi di autodifesa per il personale dei mezzi pubblici. Se non ci pensa l’azienda, ce ne occupiamo noi”, ha scritto Claudio Di Francesco, segretario della Faisa Siciel, in una nota riportata dal sito 7Colli. “Troppi episodi sono accaduti ultimamente. Siamo in contatto con istruttori di Fidene e il Prenestino, per citare due quartieri. Ma ce ne sono anche altri pronti a dare una mano”. I corsi di difesa personale per i conducenti aranno aperti sia a dipendenti Atac sia a quelli di Roma Tpl.

E Atac cosa fa? Al momento l’azienda non ha preso una posizione ufficiale in merito alle parole del sindacalista della Faisa Siciel. Va però segnalato che negli anni sono state diverse le azioni portate avanti da Atac per “difendere” i propri dipendenti dalle aggressioni violente. In primis le cabine blindate. Poi la videosorveglianza e diversi accordi con forze di polizia per interventi rapidi e efficienti.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccino, Sileri: “Prima o poi la terza dose dovremo farla tutti”
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccino, Sileri: “Prima o poi la terza dose dovremo farla tutti”
Cronaca / Papa Francesco: “La violenza sulle donne è una piaga aperta, dappertutto”
Cronaca / Regeni, il procuratore Pignatone: “Giulio torturato per una settimana. Collaborazione con Egitto altalenante”
Cronaca / Decreto green pass: via le sanzioni per chi va a lavoro senza. Novità anche per cinema e teatri
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%