Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Lo scenario apocalittico del vulcano Dallol

Di Stefano Mentana
Pubblicato il 22 Gen. 2018 alle 16:08 Aggiornato il 18 Set. 2019 alle 16:08
0
Immagine di copertina

La depressione della Dancalia, situata nel nord dell’Etiopia, proprio al confine con l’Eritrea, è un luogo dal paesaggio desertico e desolato e con una delle temperature più alte della Terra, che si attesta intorno ai 60 gradi centigradi.

All’interno di questo ambiente inospitale si trova un paesaggio spettacolare per quanto apocalittico, ovvero quello del cratere del vulcano Dallol. Questo incredibile paesaggio è caratterizzato da sorgenti calde acide, montagne di zolfo, coni di sale, vasche d’acque acide e piccoli geyser.

Questo luogo, particolarmente inospitale per l’uomo, è un vulcano la cui camera è esplosa causando questo panorama apocalittico. Per secoli, colonizzatori ed esploratori hanno trattato con diffidenza quest’area e l’hanno attraversata solo marginalmente.

Solo nel 2001 la zona ha iniziato a essere oggetto di visite guidate, e dal 2005 è nota anche al grande pubblico grazie a un programma televisivo francese. Il governo etiope sta attualmente studiando la possibilità di farne un parco, ma le difficili condizioni ambientali non ne aiutano la costituzione.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.