Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Le foto del Vesuvio invaso dai rifiuti dopo Pasquetta

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 24 Apr. 2019 alle 16:56 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:44
12
Immagine di copertina
Credit: Facebook

Sui social sono state pubblicate alcune foto che mostrano l’incuria e la sporcizia di rifiuti lasciati dai visitatori che hanno trascorso la giornata di Pasquetta sul Vesuvio.

“Una discarica a cielo aperto!”, denunciano gli utenti su Twitter.

Bottiglie di plastica, cartacce sparse nella pineta, sacchetti, tovaglie abbandonate sui tavoli da picnic e per terra. A denunciare l’accaduto è stato il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, su Facebook.

“Questo è lo schifo che alcuni barbari hanno lasciato lungo la strada del Vesuvio nella pineta poco più su della Siesta. Nonostante le campagne di sensibilizzazione e i controlli di volontari e forze dell’ordine, c’è ancora gente che in una giornata di festa come quella di oggi se ne fotte del prossimo e dell’ambiente che ci circonda. Da alcune immagini riprese nella zona e da alcuni controlli, in quel punto hanno bivaccato due gruppi di persone giunte lì a bordo di tre auto e due scooter da cui sono stati individuati i numeri di targa. Mi auguro che si riesca a risalire ai responsabili di questo scempio e a punirli come meritano. Queste immagini fanno tanta rabbia e tantissimo dolore”.

“Anche quest’anno la Pasquetta è passata e le pinete vesuviane, come al solito si sono tramutate in un campo di battaglia – scrive su Facebook Vincenzo Marasco -. Nonostante l’estenuante impegno dei volontari della Rete Difesa Vesuvio, che accompagnati anche dai Carabinieri Forestali hanno distribuito sacchi e dato consigli per la raccolta dei rifiuti, lo scempio in alcune zone della pedemontana di Torre del Greco si è puntualmente ripetuto. E con rammarico va constatato che questa è opera di ragazzi, anche se parecchi di loro hanno ascoltato le indicazioni date dai volontari della Rete e hanno portato via i rifiuti prodotti, depositandoli in un punto stabilito in precedenza”.

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.