Coronavirus:
positivi 39.893
deceduti 33.530
guariti 160.092

Perché a breve non ci sarà più sabbia sul pianeta

La sabbia è la seconda risorsa più sfruttata sul pianeta, dopo l’acqua. Contrariamente al sentire comune non è un bene infinito e la posta in gioco è troppo alta per non considerare il problema

Di Laura Melissari
Pubblicato il 24 Mag. 2018 alle 11:02 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:56
0
Immagine di copertina
La sabbia è la seconda risorsa più sfruttata sul pianeta, dopo l’acqua. Contrariamente al sentire comune non è un bene infinito e la posta in gioco è troppo alta per non considerare il problema

Se continueremo a utilizzare la sabbia a questo ritmo, tutte le spiagge spariranno entro il 2100.

La sabbia è la seconda risorsa più sfruttata sul pianeta, dopo l’acqua. Contrariamente al sentire comune non è un bene infinito e la posta in gioco è troppo alta per non considerare il problema.

Ecco l’infografica che spiega perché la sabbia è il nuovo petrolio, al punto che c’è una mafia disposta a uccidere:

Sand Scarcity

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.