Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Ambiente

A Barletta un’invasione di coccinelle è diventata un caso

Immagine di copertina
Legambiente Barletta

Le piante di Barletta si sono tinte di rosso e di nero. Dopo le temperature dell’ultimo weekend la città pugliese è stata invasa dalle coccinelle molto probabilmente attratte dagli afidi e parassiti che avevano attaccato le piante nei giorni precedenti. Le foto sono diventate un fenomeno virale e sui social in molti hanno immortalato le Coccinelle di Barletta e i loro splendidi colori.

Le coccinelle a Barletta, oltre a creare “assembramenti fortunati”, come li ha definiti qualcuno su Facebook, hanno iniziato a combattere le specie di insetti che infestano le piante che costituiscono buona parte del loro  nutrimento. Proprio Legambiente Barletta, che ha catturato diverse immagini delle coccinelle, ha spiegato: “Nessun trattamento chimico può combattere la cocciniglia infestante, tranne una invasione di coccinelle. La natura ha la cura per ogni malattia”. Le coccinelle infatti sono del tutto innocue per l’agricoltura.

La cocciniglia è un insetto fitofago che può portare alla morte delle piante infestate. Repubblica riporta le parole di Legambiente riguardo gli insetti infestanti: “Sono pericolosi perché distruggono futuri frutti. Non siamo certi della correlazione tra i due fenomeni, ma sappiamo che la natura ha tutte le capacità di autoregolarsi, senza l’intervento dell’uomo. Non c’è nulla di preoccupante nell’arrivo delle coccinelle, anzi è un imprevisto estremamente utile”. Le coccinelle quindi, attaccando a più riprese i parassiti, puliscono e curano la pianta facendo esultare Legambiente oltre a colorare i vegetali con la loro livrea nera e scarlatta.

Leggi anche: /1. Tutte le notizie sull’Ambiente/2. Le incredibili foto ravvicinate che mostrano insetti giganteschi e spaventosi

Ti potrebbe interessare
Ambiente / Gli ultimi sette anni sono stati i più caldi di sempre
Ambiente / Wwf, almeno 160 le specie estinte negli ultimi dieci anni. C’è la mano dell’uomo
Ambiente / Altro che oro! I Lego rendono molto di più
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Gli ultimi sette anni sono stati i più caldi di sempre
Ambiente / Wwf, almeno 160 le specie estinte negli ultimi dieci anni. C’è la mano dell’uomo
Ambiente / Altro che oro! I Lego rendono molto di più
Ambiente / C’è un albero in Alaska che può salvare il mondo
Ambiente / La salute riproduttiva delle donne viaggia sulle gobbe di un cammello
Ambiente / Palma da olio: okay con una filiera sostenibile
Ambiente / Che asfalto mi metto? Come cambiare strada e guadagnarci (di L. Telese)
Ambiente / Stop all’allevamento di animali da pelliccia
Ambiente / Come ripulire gli oceani con YouTube
Ambiente / Alaska, il termometro arriva a 19,4°: è la temperatura più alta mai registrata a dicembre