Me

Salvini pronto a candidare la Meloni sindaca di Roma in caso di dimissioni di Virginia Raggi

Il leader della Lega lavora a un fronte sovranista per le elezioni europee e lancia l'amo a FDI: "Troviamoci per ragionare di Europa, e anche di Roma". Ma Giorgia Meloni non si sbilancia

Immagine di copertina
Matteo Salvini con Giorgia Meloni

“Troviamoci per ragionare di Europa e anche di Roma”. Il segretario della Lega Matteo Salvini ha rivolto queste parole a Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, con l’idea di lavorare a un fronte sovranista con una lista unica per le europee. Ma aprendo anche alla possibilità che, in caso di dimissioni di Virginia Raggi, Meloni si candidi nuovamente per la poltrona di sindaco a Roma.

Su questo punto, Mario Ajello scrive sul Messaggero che Salvini sarebbe pronto a sostenere una nuova candidatura della leader di Fdi al Campidoglio. Lo conferma il tono con cui il ministro dell’Interno parla della scorsa campagna per le comunali di Roma, cui Meloni è stata candidata.

“Sono contento di aver fatto con lei la corsa per le comunali di Roma, eravamo soli contro il mondo e siamo arrivati a tanto così dal vincere soprattutto per merito di Giorgia”, ha detto Salvini durante la registrazione di Night Tabloid, andato in onda ieri sera.

“Col senno del poi probabilmente anche i romani avrebbero preferito che fosse andata in maniera diversa, che ci fosse un’altra donna in quel posto lì”, ha aggiunto il vice premier.

Polemico il Movimento Cinque Stelle, che risponde tramite un tweet del capogruppo M5s in Campidoglio Giuliano Pacetti: “Matteo Salvini, a noi non risulta che alle ultime comunali Giorgia Meloni fosse vicina alla vittoria. Te lo ha raccontato lei? Annamo bene”.

Il 10 novembre è attesa la sentenza sul processo Marra, con cui la sindaca di Roma Virginia Raggi potrebbe essere condannata per falso. In caso di condanna, secondo lo statuto M5S dovrebbe dimettersi.

In merito alle possibili dimissioni della Raggi qualora venisse condannata, la Meloni ha replicato: “Io non sono così convinta che le cose siano così facili. Non sono così certa come molti osservatori che anche se la Raggi venisse condannata in primo grado poi lascerebbe Roma o che il M5s accetterebbe questa sconfitta in maniera così palese e plateale, le cose sono tutte da vedere. Io adesso sono concentrata sulle elezioni europee del 26 maggio, quando a Roma si presenterà effettivamente il caso ne parleremo”.

Per le elezioni europee fonti parlamentari di via Bellerio riferiscono che Salvini stia lavorando all’ipotesi di una lista unica, con Fratelli d’Italia e pezzi di FI in distacco dal partito azzurro.

Intanto, però, Silvio Berlusconi lancia un messaggio al vicepremier: “Molli il Movimento 5 stelle, altrimenti è a rischio l’unità alle amministrative”.

L’apertura della campagna per le europee, con o senza Forza Italia, è in programma per l’8 dicembre. Salvini mira ad essere il punto di riferimento dei partiti ‘populisti’ che stanno conquistando ottimi riscontri in gran parte d’Europa.