Me

La Serie A sbarca al cinema e a teatro

In vendita i nuovi diritti tv

Immagine di copertina

Le partite di Serie A al cinema e teatro: in vendita i nuovi diritti tv

Il calcio in poltrona, ma non quella di casa.

Dalla stagione 2018/2019 le partite di Serie A si potranno comodamente vedere al cinema e a teatro.

È questa una delle novità nell’offerta dei diritti televisivi non esclusivi per il ciclo 2018-2021 approvata all’unanimità dall’assemblea della Lega Calcio che comprende anche i diritti radiofonici e quelli per la trasmissione delle azioni salienti, i cosiddetti highlights.

> QUI I DETTAGLI SU COME VEDERE LA SERIE A 2018/2019 IN TV

Le partite di Serie A al cinema e teatro: come funziona | Le città e le sale

Tutti i dettagli dell’iniziativa verranno comunicati dalla Lega nei prossimi giorni.

La prima disposizione nota prevede che le sale cinematografiche e i teatri siano ad almeno 80 km di distanza dagli stadi in cui si gioca l’evento che vogliono trasmettere.

Il Sole 24 Ore ha diffuso ulteriori disposizioni così riassumibili:

  • ogni settimana o dieci giorni prima delle partite si potrà fare richiesta di avere lo spettacolo in sala
  • l’esercente potrà fare richiesta direttamente online
  • 150 euro di spese fisse a partita
  • 60% di ricavi girati alla Lega Serie A

La Lega Serie A è poi intervenuta con un comunicato ufficiale precisando che:

In riferimento alle notizie pubblicate oggi sulla stampa, relative ai pacchetti per i diritti audiovisivi non esclusivi della Serie A per il triennio 2018/2021, Lega Serie A rileva la non esattezza di alcuni dati, trapelati da indiscrezioni evidentemente errate, e precisa che i bandi con tutte le indicazioni e le informazioni corrette saranno pubblicati sul proprio sito internet lunedì 23 luglio.

> QUI IL CALENDARIO COMPLETO DELLA SERIE A 2018 2019

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus