Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Inter-Eintracht, invasione tedesca a Milano: pericolo scontri. Vietata la vendita degli alcolici

Immagine di copertina
I tifosi dell'Eintracht Francoforte

INTER EINTRACHT PERICOLO SCONTRI – Pericolo scontri prima e dopo Inter-Eintracht Francoforte, partita di Europa League in programma domani, giovedì 14 marzo 2019, a San Siro alle ore 21.

Nelle prossime ore circa 14 mila tifosi tedeschi invaderanno Milano. “Invasione” che obbligherà le forze dell’ordine a misure di sicurezza speciali, sia fuori dallo stadio sia dentro, dove i settori riservati ai sostenitori dell’Eintracht Francoforte saranno il terzo anello blu e il terzo anello rosso.

A preoccupare però non è solo il grosso numero di tifosi tedeschi in arrivo (tra loro anche circa 400 teste calde), ma il fatto che al loro fianco si potrebbero “schierare” alcuni ultras dell’Atalanta, con cui da anni vige un gemellaggio. Dall’altra parte i tifosi dell’Inter, padroni di casa, che potrebbero contare sull'”aiuto” dei sostenitori di Lazio e West Ham.

DOVE VEDERE INTER-EINTRACHT FRANCOFORTE

A dividere le due tifoserie non solo il colore delle maglie ma la politica: i padroni di casa (come gli amici di Lazio e West Ham) sono di destra; i tedeschi (vicini agli atalantini) di sinistra.

Insomma, a Milano nelle prossime ore potrebbe tirare una brutta aria. Non solo intorno allo stadio, ma anche per le vie della città. Per questo motivo ieri, 12 marzo, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Renato Saccone, ha deciso di vietare la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche in diverse zone della città.

“Dalle 12 alle 20”, si legge nel comunicato, “niente alcol in corso Como, corso Garibaldi, viale Pasubio, viale Monte Grappa, corso Cristoforo Colombo, viale D’Annunzio, piazza XXIV Maggio, via Ascanio Sforza, Alzaia Naviglio Pavese, Ripa di Porta Ticinese, Alzaia Naviglio Grande, via Vigevano, viale Gorizia, piazza Duomo, piazza San Babila, piazza Cordusio, largo Cairoli, largo Beltrami, Foro Buonaparte e strade limitrofe; esclusi dal divieto i locali che svolgono servizio di ristorazione”.

Dalle 16 alle 24, le medesime restrizioni riguardanl’area attorno al Meazza, in particolare “via Tesio, via Harar, via Dessiè, via Rospigliosi, via Stratico, via Monreale, piazzale Zavattari, viale Migliara, piazzale Lotto, via Diomede, via Ippodromo e via Patroclo”.

A preoccupare la polizia un precedente molto recente: a dicembre a Roma, in occasione della partita di Europa League Lazio-Eintracht, si registrarono numerosi scontri prima in Piazzale Flaminio (pieno centro) e poi nella zona dello stadio Olimpico. L’obiettivo – ovviamente – sarà evitare il bis.

DOVE VEDERE INTER-EINTRACHT FRANCOFORTE

Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2024: Tadej Pogacar arriva puntuale al rendez-vous con la storia
Sport / Tour de France 2024: la riluttante vittoria di Tadej Pogacar
Sport / Tour de France 2024, 19esima tappa: voilà Tadej, Le Roi
Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2024: Tadej Pogacar arriva puntuale al rendez-vous con la storia
Sport / Tour de France 2024: la riluttante vittoria di Tadej Pogacar
Sport / Tour de France 2024, 19esima tappa: voilà Tadej, Le Roi
Sport / Tour de France, 18esima tappa: Campenaerts si aggiudica l’ultimo scampolo di libertà
Sport / Tour de France 2024, 17esima tappa: El Diablito completa il tris, Remco vede il secondo posto
Calcio / Il Comune di Udine nega il patrocinio alla partita Italia-Israele: “Sarebbe divisivo”
Sport / Tour de France 2024, 16esima tappa: Philipsen pareggia il conto e riapre la lotta per la maglia verde
Sport / Malagò a TPI: “Bochicchio? Era un incantatore di serpenti e io non sono stato un serpente”
Sport / Malagò a TPI: “Tregua olimpica? La speranza è l’ultima a morire ma finora i leader mondiali non hanno cavato un ragno dal buco”
Sport / Malagò a TPI: “Solo in Italia costruire stadi è un calvario. Gualtieri? È serio, oggi è percepito meglio di prima”