Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Sondaggi

La Lega in testa con 32,2%: l’ultimo sondaggio di Emg Aqua per Agorà

Immagine di copertina

Ultimissimi sondaggi politici oggi 2 maggio: i partiti | Un sondaggio Emg Aqua per Agorà, mostra i rapporti di forza tra i partiti italiani in vista delle elezioni europee 2019. La Lega, dopo le ultime settimane di tentennamenti, si attesta saldamente in testa ai sondaggi, con il 32,2 percento, in crescita dello 0,9 per cento rispetto alla settimana scorsa.

> QUI TUTTI GLI ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI AGGIORNATI

Se si votasse oggi, il Movimento Cinque Stelle, si attesterebbe intorno al 22,9 per cento, seguito dal partito democratico al 21,9 per cento.

Gli ultimissimi sondaggi politici di oggi di Emg Aqua danno in risalita Forza Italia al 10,1 per cento. In quinta posizione Fratelli d’Italia, con il 5,1 per cento. Ci sono poi alcuni partiti che non riuscirebbero a superare la soglia del 4 per cento necessaria per entrare al parlamento europeo. Si tratta di +Europa, che si fermerebbe al 3 per cento, e la Sinistra, ferma al 2,5 per cento. Non sono stati rilevati i partiti minori.

Lo stesso sondaggio politico dà un’indicazione del giudizio che gli elettori hanno del governo: il 43 per cento si dice favorevole all’operato dell’esecutivo giallo verde. Il 35 per cento degli intervistati dà invece in giudizio negativo.

Tra gli elettori del Movimento Cinque Stelle, l’89 per cento dà un giudizio favorevole del governo, contro il 69 per cento degli elettori della Lega. Anche gli elettori di Forza Italia apprezzano il governo Conte (55%), mentre lo fa solo l’11 per cento degli elettori del Pd.

Ma cosa succederà, secondo gli italiani, dopo le elezioni? Secondo gli ultimissimi sondaggi politici di oggi il 48 per cento degli elettori è convinto che M5S e Lega continueranno a governare insieme. Secondo il 23 per cento invece lo scenario del voto anticipato è il più probabile. Una percentuale simile, il 22 per cento, pensa invece che si formerà una nuova maggioranza all’interno dell’attuale parlamento, e non si andrà al voto.

Il sondaggio è stato condotto su un campione di 1.536 cittadini italiani maggiorenni tra il 27 e il 28 aprile 2019.

Ultimi Sondaggi politici in breve:

Lega 32,2%

Movimento Cinque Stelle 22,9%

Partito democratico 21,9%

Forza Italia 10,1%

Fratelli d’Italia 5,1%

+Europa 3%

La Sinistra 2,5%

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ballottaggi, affluenza in calo: alle 19 è al 26,71%
Politica / Il grande flop del Partito Gay: alle amministrative percentuali da prefisso telefonico
Politica / E così Draghi si fa il suo sondaggio: anche SuperMario alla ricerca del consenso
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ballottaggi, affluenza in calo: alle 19 è al 26,71%
Politica / Il grande flop del Partito Gay: alle amministrative percentuali da prefisso telefonico
Politica / E così Draghi si fa il suo sondaggio: anche SuperMario alla ricerca del consenso
Politica / Maurizio Landini a TPI: “Oggi la nostra piazza sarà più forte di loro, scendete insieme a noi”
Politica / Via libera del Cdm al Dl fisco, il governo si spacca sul reddito di cittadinanza
Politica / Il candidato romano di Meloni a Tor bella monaca che non rinnega "camicia nera e saluto romano"
Politica / Indiscreto: Merkel offre a Draghi lo scettro d’Europa
Politica / L’ultimo volo di Alitalia, il sindaco di Fiumicino al gate: “Ita non ha visione e nessuno pensa ai lavoratori dell’indotto”
Politica / Chi flirta col Ventennio: ecco chi sono i nostalgici imbucati tra Lega e Fratelli d’Italia
Cronaca / Scontro Salvini-Letta sul Green Pass: “Semplificare vita ai non vaccinati”. Il leader Pd: “Non cedere su regole”