Me

Ultimi sondaggi 15 agosto: l’elettorato M5s preferisce Conte a Di Maio, è lui l’anti-Salvini

Le ultime rilevazioni politiche ed elettorali

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 15 Ago. 2019 alle 08:19
Immagine di copertina

Ultimi sondaggi oggi 15 agosto: Conte è l’anti-Salvini

Oggetto di ironia e sarcasmo all’inizio della Legislatura perché “insignificante” rispetto ai suoi due vicepremier, il leghista Matteo Salvini e il pentastellato Luigi Di Maio, oggi, in piena crisi di governo, il premier Giuseppe Conte si prende la sua rivincita: per almeno il 72,3 per cento degli italiani Conte è il vero anti-Salvini, il candidato che il popolo del Movimento 5 stelle vuole come portabandiera alle prossime elezioni. È il dato che emerge dagli ultimi sondaggi politici ed elettorali, come quello di Gpf Inspiring Research sull’elettorato grillino, pubblicato dal quotidiano La Notizia.

Conte nel gradimento degli elettori del Movimento 5 stelle cresce più del capo politico ed erede di Beppe Grillo Luigi Di Maio (47 per cento). La leadership di Di Maio è in bilico, anche perché responsabile dell’accordo con la Lega di Salvini. Il ministro del Lavoro paga un altro fattore: la scelta di Danilo Toninelli per le Infrastrutture. È il ministro meno amato e debilita il leader che lo ha sempre difeso.

Quanto all’ipotesi di tornare alle urne, c’è una parte dell’elettorato M5S che vuole andare al voto (il 18,4% senza derogare al limite dei due mandati e il 10,3% anche superandolo) soprattuto al Sud, ma allo stesso tempo c’è una parte significativa dell’elettorato M5S che chiede la nascita di un Governo di scopo (39,6%) per portare a compimento alcuni dei punti cardine del programma.

L’ultimo sondaggio di Coffee Break La7, sulla totalità degli elettori, aveva registrato un dato differente, dettato forse dal peso della Lega che spinge per elezioni subito. Andare al voto il prima possibile è l’opzione più scelta (49,1 per cento), seguita da varare un governo breve per fare la finanziaria e il taglio dei parlamentari (30,6 per cento).

Provare a fare un governo PD-M5S-Leu è l’indicazione dell’11,6 per cento, mentre solo un 4,6 per cento pensa che sarebbe meglio fare un governo con centrodestra e con chi ci sta.

Se si votasse adesso, la Lega sarebbe il primo partito con il 36,1 per cento, inseguita, a distanza, dal Partito democratico, al 23,4 per cento. D’altronde, un recente articolo del quotidiano Il Sole 24 ore, sentendo due noti sondaggisti, Noto e Piepoli, ha confermato che una eventuale coalizione di centrodestra potrebbe addirittura superare il 50 per cento delle preferenze.

Sondaggi elettorali oggi: i dati in sintesi

Lega 36,1%
PD 23,4%
Movimento 5 Stelle 18,2%
Fratelli d’Italia 7,1%
Forza Italia 6,0%
Più Europa 2,3%
La Sinistra 1,8%
I Verdi 1,8%
Partito Comunista di Rizzo 1,0%
Altro 2,3%

A questo link tutti gli ultimi sondaggi di TPI