Sondaggi politici elettorali oggi 18 aprile 2020, Youtrend: Lega in calo, balzo record per FdI

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 18 Apr. 2020 alle 06:57 Aggiornato il 18 Apr. 2020 alle 07:46
155
Immagine di copertina

Sondaggi politici elettorali oggi 18 aprile: ultimissimi

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI – La diatriba tra le varie forze politiche su come affrontare la cosiddetta Fase 2 dell’emergenza Coronavirus modifica le intenzioni di voto degli elettori italiani: è quello che emerge con forza dall’ultima “Supermedia” realizzata da Youtrend per Agi. Nello specifico, è la Lega di Matteo Salvini a perdere un po’ di terreno, pur rimanendo stabilmente il primo partito. Al contrario, gli alleati di Fratelli d’Italia crescono a ritmi record. Nessun cambiamento, rispetto a settimana scorsa, per il Pd, mentre il M5S può sorridere.

Sondaggi politici elettorali: il record di FdI

Ma andiamo a vedere i dati con ordine. La Supermedia settimanale dei sondaggi fa registrare alla Lega un calo che continua ormai da due settimane: il partito guidato da Salvini si attesta infatti al 28,5 per cento (-0,9 per cento). Alle sue spalle, il Partito democratico rimane fisso al 21,1 per cento, mentre il Movimento Cinque Stelle risale leggermente dal 14,8 al 15,1 per cento. Continua, come già anticipato, la crescita di Fratelli d’Italia: il partito guidato da Giorgia Meloni guadagna ancora lo 0,4 per cento, arrivando al 13,5 per cento dei consensi.

Staccato, come sempre, Forza Italia: il partito di Silvio Berlusconi perde lo 0,1 per cento rispetto a settimana scorsa, con un 6,3 per cento. Resta invece al 3,3 per cento, senza alcuna variazione, Italia Viva. Più indietro, La Sinistra risale dal 2,7 al 3,1 per cento, i Verdi dall’1,8 al 2 per cento, mentre +Europa e Azione di Calenda si attestano – fissi – all’1,7 per cento.

Come si fanno i sondaggi?

I sondaggi elettorali e politici vengono effettuati da società demoscopiche rispettando criteri scientifici ben precisi. Gli autori delle rilevazioni devono individuare un campione da intervistare sufficientemente ampio e rappresentativo della popolazione che si intende analizzare. Nel caso dei sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti o dell’indice di fiducia dei leader politici dunque gli intervistati devono rappresentare adeguatamente la popolazione italiana maggiorenne, coloro che hanno diritto al voto e che si recano alle urne.

Questo lavoro viene fatto per ridurre al minimo il margine di errore e rendere la rilevazione quanto più attendibile. Di solito un sondaggio politico-elettorale viene considerato affidabile se il margine di errore indicato è del del 3 per cento con un intervallo di confidenza del 95 per cento. È proprio quella di identificare un campione rappresentativo della popolazione la maggiore difficoltà dei sondaggisti.

Le interviste di solito vengono effettuate con una metodologia Cati, telefonicamente, o Cawi, via Internet, o mista. Per effettuare le interviste le società demoscopiche si affidano a società specializzate.

Leggi anche:

Tutti i sondaggi su TPI

I sondaggi sulla Lega

I sondaggi sul Pd

I sondaggi sul M5S

155
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.