Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Ballottaggi elezioni comunali 2019 Vercelli | Candidati | Come si vota

Immagine di copertina

Ballottaggio Vercelli 2019 | Vercelli Ballottaggio elezioni comunali 2019 | Candidati

Ballottaggio Vercelli 2019 | Domenica 9 giugno 2019 i cittadini di Vercelli eleggono al secondo turno il proprio sindaco e rinnovano i membri del consiglio comunale. 

Essendo Vercelli una città con una popolazione superiore ai 15mila abitanti, gli elettori dovranno ripresentarsi alle urne dopo che al primo turno nessuno dei candidati è riuscito a ottenere il numero di voti necessari per la carica di sindaco. Qui i risultati del primo turno

>> Qui tutti i comuni al ballottaggio

Ballottaggio Vercelli | I candidati

Andrea Corsaro del centrodestra e Maura Forte del centrosinistra sono i due candidati che il 9 giugno si sfideranno per la carica di sindaco della città di Vercelli.

Corsaro al primo turno aveva ottenuto il 41,9 per cento delle preferenze, mentre Forte ha avuto il 24,7 per cento dei voti.

Ballottaggio Avellino | Com’è andato il primo turno del 26 maggio

Come detto, nella città di Vercelli si va al ballottaggi tra Corsaro del centrodestra e Forte del centrosinistra.

Questi i risultati del primo turno delle elezioni:

Andrea Corsaro (centrodestra): 41,9 per cento

Maura Forte (centrosinistra): 24,7 per cento

Roberto Scheda: 14,4 per cento

Alberto Perfumo: 7,4 per cento

Michelangelo Catricalà: 6,5 per cento

Federico Bodo: 2,9 per cento

Giacomo Ferrari: 2,3 per cento

Avellino elezioni comunali 2019 | Come si vota

Alle comunali di Vercelli non è ammesso il voto disgiunto al ballottaggio: a differenza del primo turno non si può votare per un candidato sindaco e per una lista che non è ad esso collegata.

Il sindaco si elegge con sistema maggioritario, mentre la ripartizione dei seggi ai consiglieri avviene tramite sistema proporzionale.

Per garantire la governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco vincitore viene attribuito il 60 per cento dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale attraverso il metodo D’Hondt.

Possono accedere al riparto dei seggi le liste che superano la soglia di sbarramento fissata al 3 per cento.

Ti potrebbe interessare
Politica / La Camera approva la riforma del processo penale: 396 sì
Politica / Nasce "Italia Domani", il sito per monitorare opere e costi del Pnrr
Politica / Viminale: elezioni amministrative il 3 e 4 ottobre
Ti potrebbe interessare
Politica / La Camera approva la riforma del processo penale: 396 sì
Politica / Nasce "Italia Domani", il sito per monitorare opere e costi del Pnrr
Politica / Viminale: elezioni amministrative il 3 e 4 ottobre
Politica / Dal fratello di Maradona al compagno della Carrà: quei vip candidati alle elezioni comunali
Politica / Draghi, Renzi, Di Maio: le tre spine per Conte nuovo leader M5S
Politica / Ddl Zan, il piano di Renzi e Salvini per farlo approvare subito (ma alle loro condizioni)
Politica / La riforma della giustizia passa alla Camera: sì alla fiducia, anche M5s a favore
Politica / Salvini difende Jacobs dai sospetti dei media stranieri: “Squallidi, non sapete perdere”
Politica / Stragi, Draghi toglie il segreto su Gladio e sulla P2
Politica / Il Senato chiude e va in vacanza: Ddl Zan e riforma della giustizia possono attendere