Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

“La sinistra in Italia è morta, oggi meglio votare subito”: Bertinotti a TPI

Intervista del direttore di TPI Giulio Gambino a Fausto Bertinotti, all'indomani della storica sconfitta del Labour di Jeremy Corbyn nel Regno Unito: "Oggi francamente non vedo la sinistra. Prevale quella 'moderata', e perde sempre. L'altra invece è ininfluente. Delle due sinistre d’un tempo, oggi non ne esista alcuna. Le accuse di Prodi? Fiero di aver fatto cadere il suo primo governo. È lui la causa di questa Europa: oligarchica, burocratica e mercantilistica. Giorgia Meloni mi piace, abbiamo lavorato insieme: avrà un ruolo centrale nel centro destra in Italia. Il governo giallo-rosso ha pochissimo di rosso, non mi piace, è trasformismo: oggi meglio votare subito"

 

Intervista del direttore di TPI Giulio Gambino a Bertinotti, all’indomani della storica sconfitta del Labour di Jeremy Corbyn nel Regno Unito.

Nella casa di Fausto Bertinotti a Roma c’è l’arancione ovunque. I divani, le tende, i mobili. Persino la porta di casa è arancione. Un’atmosfera armonica e gioviale tutta il contrario del sentimento che traspira da sinistra oggi in Italia. L’opposto di una società italiana, a suo dire, rattrappita e chiusa in se stessa. E a cui non interessa più entrare nel merito dei temi che la riguardano, ma preferisce restarne appena in superficie. Oggi non c’è più dibattito e il parlamento è la nullificazione di quel dibattito inesistente.

Lo storico comunista bombarda la sinistra, moderata o radicale: “Oggi francamente non vedo le sinistre. C’è la sinistra moderata, in cui secondo me prevale il moderata. L’altra, fatta anche di amici, invece è del tutto ininfluente. Quindi da due sinistre a nessuna”.

Il governo giallorosso M5S-PD? “Non vedo in cosa sia rosso. Ma in ogni caso non mi piace. È un governo trasformistico. Oggi meglio votare subito”.

A Romano Prodi – che nel suo docu-film “Ottanta”, ispirato appunto agli ottant’anni dell’ex premier – che lo accusa di fuoco amico, avendo fatto cadere il suo primo governo, Bertinotti risponde: “Aver fatto cadere il primo governo Prodi è una cosa che rivendico con grande merito di lungimiranza. Quel governo ci ha portato a questa Europa: oligarchica, burocratica e mercantilistica”.

Poi l’amicizia inattesa, quel rapporto con Giorgia Meloni: “Abbiamo lavorato insieme quando io ho fatto il presidente della Camera e lei la vice presidente. È stata una collaborazione di grandissima correttezza e lealtà. Penso che avrà un ruolo centrale nel centro destra in Italia perché penso che il centro destra in Italia si faccia sostanzialmente a destra, senza centro”.

Sui rapporti tra Lega e Russia: “Mi paiono evidenti. La differenza profonda con i comunisti è che il comunismo aveva un’affinità con l?unione Sovietica, Salvini ha un’affinità con la Russia”.

Leggi anche:
Il neo-qualunquismo della sinistra radicale che attacca le Sardine (di Marco Revelli)
“Io sono Mattia: eravamo 6mila e ora siamo 200mila. Noi Sardine da tutt’Italia salveremo i giovani e sconfiggeremo l’odio di Salvini”
Adesso è ufficiale: la gente preferisce farsi ingannare dai giullari, che credere alle élite (di Luca Telese)
Renzi, tu la sinistra l’hai sfasciata e ora sei al 4%. Vuoi davvero dare lezioni a Corbyn? (di Giulio Cavalli)
Grazie Corbyn: con la tua campagna elettorale hai rimesso al centro dopo decenni poveri ed emarginati (di Luca Telese)

 

Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi: “Proporrò un cambiamento radicale per l’Unione europea”
Politica / Luciano Canfora rinviato a giudizio per diffamazione verso Meloni
Politica / Giustizia sociale e ambientale: dialogo tra il cardinale Zuppi e Fabrizio Barca
Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi: “Proporrò un cambiamento radicale per l’Unione europea”
Politica / Luciano Canfora rinviato a giudizio per diffamazione verso Meloni
Politica / Giustizia sociale e ambientale: dialogo tra il cardinale Zuppi e Fabrizio Barca
Politica / "Nelle carceri italiane ho visto l'inferno"
Politica / Attacco dell’Iran a Israele, colloquio tra Giorgia Meloni ed Elly Schlein: l’Italia si unisce nel condannare Teheran
Politica / La maggioranza cambia la par condicio, i giornalisti Rai: “Servizio pubblico megafono del governo”
Politica / Palamara a TPI: “Conosco il Sistema, mi candido alle europee per combatterlo”
Politica / La proposta di legge di Soumahoro sulla fine del Ramadan: "Sia giorno festivo"
Politica / Addio alla trasparenza: il regalo di Giorgia Meloni ai mercanti di armi
Politica / Mafia, massoneria e voto di scambio: arrestato a Palermo l’ex consigliere comunale Mimmo Russo (Fdi)