Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

A Roma Zingaretti batterebbe tutti come candidato sindaco: i sondaggi riservati

Immagine di copertina
Nicola Zingaretti, 'ex segretario del Pd. Credit: ANSA

Il governatore del Lazio ha detto più volte che non ha alcuna intenzione di correre per il Campidoglio, ma questo potrebbe mettere in difficoltà il suo partito

Il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti sarebbe il candidato del centrosinistra con le maggiori probabilità di vittoria nella corsa a sindaco di Roma, nelle elezioni amministrative del 10 ottobre. A scriverlo è Fabio Martini su La Stampa, citando alcuni sondaggi politici riservati commissionati nell’ultimo mese e mezzo proprio da Zingaretti e dal suo successore alla guida dei dem, Enrico Letta. I sondaggi sono stati commissionati a due diversi istituti.

Al secondo turno, il presidente della Regione Lazio, secondo questi sondaggi, batterebbe ogni rivale: da Guido Bertolaso, più volte indicato come possibile candidato del centrodestra, a Carlo Calenda, leader di Azione, fino alla sindaca uscente Virginia Raggi, che, nonostante le divisioni nel Movimento Cinque Stelle, resta molto popolare in alcune periferie romane (qui il reportage di Niccolò Di Francesco da San Basilio).

Parlando delle amministrative a Roma, Goffredo Bettini, ex parlamentare dem e voce storica del partito. ha detto in un’intervista al Corriere della Sera : “Zingaretti sarebbe, a mio avviso, la candidatura più forte. Per ovvie ragioni. Anche sulla vaccinazione nel Lazio, sta dimostrando di essere un fuoriclasse sul piano amministrativo”.

Il Pd ha la soluzione a portata di mano, insomma. Ma non sarà così semplice: Zingaretti ha detto più volte pubblicamente e privatamente che non ha alcuna intenzione di correre per il Campidoglio, ma questo potrebbe mettere in difficoltà il suo partito.

Nelle intenzioni di voto rilevate dalla Ipsos, ad esempio, Bertolaso riuscirebbe ad avere la meglio – anche se con un margine sottile – contro l’ex ministro dell’Economia del Pd Roberto Gualtieri, che non ha escluso la possibilità di correre. Su queste basi, Zingaretti potrebbe anche ripensarci, purché si riesca a trovare un accordo con Calenda e venga risolto il nodo M5S.

Leggi anche: Viaggio nell’ex borgata di San Basilio dove spopola la Raggi: qui la sindaca di Roma è al 60%

Ti potrebbe interessare
Politica / Ddl Zan: è il giorno della verità. Al Senato si va alla conta con il rischio “tagliola”
Politica / Matteo Renzi torna da bin Salman in Arabia Saudita nel giorno del voto sul Ddl Zan al Senato
Politica / La parità salariale è legge: il Senato approva all’unanimità
Ti potrebbe interessare
Politica / Ddl Zan: è il giorno della verità. Al Senato si va alla conta con il rischio “tagliola”
Politica / Matteo Renzi torna da bin Salman in Arabia Saudita nel giorno del voto sul Ddl Zan al Senato
Politica / La parità salariale è legge: il Senato approva all’unanimità
Politica / Giorgetti punta a fare il premier dopo Draghi: il viaggio negli Usa è stato il suo primo esame da leader
Politica / Ddl Zan: “Superare il voto di domani, altrimenti la legge è morta”
Politica / Ciaccheri: il Municipio VIII incontra delegazione Zapatista
Politica / I sospetti di Palazzo Chigi su Letta: “Vuole logorare Draghi per impedirgli di andare al Quirinale”
Politica / Deputato M5S chiede a Draghi di salvare l’orario di “Un posto al sole”
Politica / Paghi uno e prendi tre? Il governo compra tre elicotteri, ma sbaglia i conti
Politica / Il corvo Italia Viva sta già mangiando sul cadavere del Ddl Zan