Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Dalla flat tax alla legalizzazione della Cannabis, i programmi elettorali di tutti i partiti e coalizioni

Immagine di copertina

Dalla flat tax alla legalizzazione della Cannabis, i programmi elettorali di tutti i partiti e coalizioni

A quasi un mese dalle elezioni, i partiti che prenderanno parte al voto del 25 settembre hanno presentato le proprie liste. Ecco alcuni dei punti più importanti dei programmi delle principali forze politiche che si stanno sfidando in campagna elettorale:

Centrodestra

Il centrodestra ha presentato un programma unitario per l’intera coalizione. Il documento, composto da 15 punti, è intitolato “PER L’ITALIA – Accordo quadro di programma per un Governo di centrodestra” e si apre definendo l’Italia “a pieno titolo parte dell’Europa, dell’Alleanza Atlantica e dell’Occidente”. Altri punti sono:

  • Riforma del fisco, con l’estensione della flat tax per le partite Iva fino a 100.000 euro di fatturato e il taglio del cuneo fiscale in favore di imprese e lavoratori
  • Revisione del reddito di cittadinanza, da sostituire con misure più efficaci
  • Elezione diretta del presidente della Repubblica
  • Riforma della giustizia, con la separazione delle carriere dei giudici e la riforma del Csm
  • Attuazione della legge sul federalismo fiscale
  • Lotta all’immigrazione illegale e contrasto al fenomeno delle baby gang e alla microcriminalità
  • Revisione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) in funzione delle mutate condizioni, necessità e priorità, tramite un accordo con la commissione europea.

Partito democratico

Il programma del Partito democratico è incentrato su tre pilastri: Sviluppo sostenibile e transizioni ecologica e digitale, Lavoro, conoscenza e giustizia sociale e Diritti e cittadinanza. Ecco alcune delle proposte:

  • Una mensilità in più a fine dell’anno per i lavoratori grazie a una riduzione dei contributi dovuti
  • Aumento stipendi a insegnanti e mense gratuite
  • Introduzione dello Ius scholae e del ddl Zan
  • Legge sul fine vita e legalizzazione dell’autoproduzione di cannabis per uso personale

Movimento 5 stelle

Lo slogan della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle è “Dalla parte giusta”. Il programma della formazione guidata da Giuseppe Conte promette di difendere i diritti dei lavoratori e l’ambiente, oltre a regolamentare della coltivazione della cannabis per uso personale e a introdurre lo Ius scholae. Alcuni degli altri punti:

  • Salario minimo legale di 9 euro lordi l’ora
  • Eliminazione di stage e tirocini gratuiti
  • Eliminazione dell’Irap
  • Nuovo Superbonus energia imprese
  • Matrimonio egalitario e legge contro l’omotransfobia

Sinistra Italiana/Verdi

Sinistra Italiana/Verdi, che corrono insieme al Partito democratico, propongono al primo punto del proprio documento programmatico di difendere e attuare la “Costituzione repubblicana e antifascista”, con il rifiuto di “ogni forma di presidenzialismo”. Altri punti:

  • No a nucleare e trivelle, sì a più energie rinnovabili
  • Zero emissioni e meno plastica
  • Legalizzare la coltivazione della cannabis per uso personale
  • Legge sul fine vita
  • Salario minimo

Azione/Italia viva

Nel programma di Azione e Italia viva, lungo 68 pagine, sono stabiliti tre obiettivi generali: favorire una crescita economica inclusiva e sostenibile, allargare le opportunità per tutti e semplificare radicalmente la vita ai cittadini. Alcuni dei punti:

  • Inclusione del nucleare nel mix energetico per arrivare a “emissioni zero” nel 2050;
  • Elezione diretta del premier
  • Eliminazione del Reddito di cittadinanza dopo il primo rifiuto di offerta di lavoro
  • Introduzione di un salario minimo
  • Ripristino della prescrizione sostanziale
  • Superamento del bicameralismo paritario
Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini: “Navalny? Capisco sua moglie, ma la verità la fanno medici e giudici”
Politica / Piantedosi: “Identificazione di chi deponeva fiori per Navalny? Non è un dato che comprime la libertà personale”
Politica / Sparo a Capodanno, Pozzolo accusato dal caposcorta di Delmastro: “La pistola è stata sempre in mano sua”
Ti potrebbe interessare
Politica / Salvini: “Navalny? Capisco sua moglie, ma la verità la fanno medici e giudici”
Politica / Piantedosi: “Identificazione di chi deponeva fiori per Navalny? Non è un dato che comprime la libertà personale”
Politica / Sparo a Capodanno, Pozzolo accusato dal caposcorta di Delmastro: “La pistola è stata sempre in mano sua”
Opinioni / Perché non dobbiamo sottovalutare la rivolta dei trattori
Opinioni / Ilaria Salis va difesa. Ma non dimentichiamo le nostre ingiustizie
Politica / Privatizzazione Poste Italiane: Governo a caccia di soldi, sindacati in allarme
Politica / Stefano Bandecchi ha ritirato le sue dimissioni da sindaco di Terni
Politica / Il Comune di Roma conferisce la cittadinanza onoraria a Julian Assange
Politica / Guido Crosetto dimesso dall’ospedale dopo il ricovero per la pericardite
Politica / Lettera aperti degli iscritti a Sinistra Italiana alla Segreteria del partito: “Lista unica per le europee aperta e unita”