Me

Elezioni europee: il programma de La Sinistra

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 13 Mag. 2019 alle 13:51 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:04
Immagine di copertina

Programma La Sinistra Europee 2019 | Sinistra Italiana e Rifondazione comunista hanno deciso di presentarsi alle elezioni europee uniti nella lista “La Sinistra”.

I due partiti si oppongono alle politiche di austerity e le regole di bilancio imposte dall’Ue e propongono invece una tassa patrimoniale per redistribuire la ricchezza, maggiori tutele sul lavoro, la creazione di un sistema di accoglienza dei migranti più efficiente e lo sviluppo di politiche per la tutela dell’ambiente.

Qui il programma de La Sinistra

“Il nostro obiettivo è quello di aprire subito un percorso costituente per un’Europa federale che ponga alla sua base i diritti sociali, civili, di libertà, delle persone”.

Elezioni europee 2019: i programmi dei partiti italiani

Programma La Sinistra Europee 2019 | I punti principali

1. No alla Ue delle élites e dei tecnocrati, per la rifondazione democratica dell’Europa

La Sinistra punta ad una radicale rifondazione democratica dell’Europa che prenda avvio dell’abolizione della Troika, dall’ampliamento dei poteri del Parlamento a scapito di Consiglio e Commissione.

La Banca centrale deve invece essere sottoposta al potere di indirizzo del Parlamento e devono essere potenziate tutte le forme di espressione e di democrazia diretta dei cittadini.

2. Stop austerità e neoliberismo: cancellare il Fiscal Compact, disobbedire ai trattati.Stop paradisi fiscali, Stop finanza tossica

Secondo La Sinistra, il Fiscal Compact deve essere cancellato e deve essere eliminato dalla Costituzione il principio del pareggio di bilancio. Vanno riscritti anche i trattati, c”ambiando i parametri arbitrari di Maastricht e cancellando i principi fondativi del neoliberismo che li ispirano, quali la competitività, la libera circolazione dei capitali senza alcuna regolazione della finanza speculativa”.

3. Stop TTIP, per un commercio equo e sostenibile

Opposizione al TTIP e al Ceta sono tra i punti programmatici de La Sinistra, che si batte invece per politiche basate su “rispetto dei diritti del lavoro e alla salvaguardia della natura, attraverso la definizione di standard retributivi, dei diritti, ambientali”.

4. Un Green New Deal per la natura, il clima, la transizione ecologica dell’economia

Dentro il Rojava, guerra di Siria

5. Un lavoro e una vita buona per tutt@: 32 ore a parità di salario, salario minimo europeo, reddito di base, welfare

Riduzione generalizzata dell’orario di lavoro a 32 ore settimanali a parità di salario, ridefinizione del settore delle pensioni e definizione di un salario minimo orario a livello europeo.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

6. Per un’Europa femminista. Per l’autodeterminazione e la libertà delle persone

7. Per i diritti delle minoranze e dei migranti

Riforma della gestione dei migranti per  “una Europa dell’accoglienza, antirazzista e inclusiva”, modifica del Regolamento Dublino e creazione di un quadro omogeneo a livello europeo: questo il programma de La Sinistra in tema di immigrazione.

8. Un nuovo modello per il Sud

Un punto del programma è dedicato alla questione Meridionale, considerata un problema non solo italiano ma anche europeo e che potrebbe essere aggravato se passasse il progetto di un’Europa a due velocità.

9. Per l’Europa dei saperi e della cultura

Nuove politiche che aumentino gli scambi culturali che vadano oltre il singolo progetto Erasmus.

10. Un’Europa in pace e fattore di pace nel mondo

Superamento della NATO e maggiore impegno dell’Ue in ambito internazionale: queste alcune delle richieste de La Sinistra in politica estera.

11. Stop paradisi fiscali, Stop finanza tossica

La Sinistra nel suo programma elettorale per le europee parla anche della necessità di operare una bonifica del sistema finanziario.