Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

I parlamentari del M5S: “Fontana e Gallera inadeguati a gestire la Fase 2 in Lombardia”

Immagine di copertina
Attilio Fontana e Giulio Gallera, rispettivamente Presidente e Assessore al Welfare di Regione Lombardia

Durissime le critiche dei parlamentari grillini alla Giunta lombarda, a cui Majorino (PD) chiede chiarezza sui dati. La petizione di Milano 2030 è già vicina alle 75.000 firme

I deputati del Movimento Cinque Stelle rivolgono un durissimo attacco alla Giunta che governa la Regione Lombardia. In una nota emanata dagli esponenti del M5S in Commissione Affari Sociali alla Camera si rivolgono severissime critiche alla Giunta lombarda: “Anche Gallera, come Fontana qualche giorno fa, difende la delibera che ha autorizzato il trasferimento di pazienti positivi al Coronavirus nelle RSA e scarica la responsabilità dell’esplosione di contagi alle Ats“.

“Non è possibile immaginare un’irresponsabilità e una inadeguatezza politica più grande di questa: in Lombardia si è consumata una tragedia, e chi ora dovrebbe chiedere scusa e fare un passo indietro continua imperterrito a voltare lo sguardo da un’altra parte e a prendere in giro i cittadini”.

“Una cosa è sicuramente certa: i lombardi non meritano che a gestire la Fase 2 siano gli stessi personaggi che hanno gestito, disastrosamente, il pieno dell’emergenza”.

Altrettanto critico è Pierfrancesco Majorino, eurodeputato del PD: “I vertici lombardi coinvolti nella vicenda sanitaria, a partire da Fontana e dai suoi, continuano a tenere nascosti i dati sulla composizione dei positivi. Chi sono e dove vivono? Eppure li conoscono, visto che sono loro a fornirli”.

“Questo impedisce qualsiasi tipo di programmazione seria, a maggior ragione in vista delle progressive riaperture che ci attendono”, prosegue l’esponente Dem.

“Inoltre continuano ad ignorare l’allarme dei medici che criticano pure l’ultima delibera assunta. Quando proponiamo il Commissariamento lo facciamo a ragion veduta. Perché la Regione è in tilt”.

La proposta di commissariamento della sanità lombarda che la rete Milano 2030 ha lanciato il 14 aprile con una petizione su change.org è ormai a un passo dalle 75.000 firme, a ulteriore testimonianza del clima in cui versa la regione più colpita dall’epidemia.

Ti potrebbe interessare
Politica / Dalla strada sbarrata per il Quirinale all’irrilevanza sulla crisi Ucraina: Draghi ha perso il whatever it takes
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Ti potrebbe interessare
Politica / Dalla strada sbarrata per il Quirinale all’irrilevanza sulla crisi Ucraina: Draghi ha perso il whatever it takes
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”