Paragone espulso dal Movimento 5 Stelle: “Ha anche votato contro la legge di bilancio”

La decisione del collegio del Movimento composto da Andreola, Berti e Dadone

Di Antonio Scali
Pubblicato il 1 Gen. 2020 alle 21:04 Aggiornato il 2 Gen. 2020 alle 17:30
766
Immagine di copertina

M5s, il collegio dei probiviri dispone l’espulsione di Paragone

Gianluigi Paragone è fuori dal Movimento Cinque Stelle. A disporne l’espulsione è stato nella serata di oggi, 1 gennaio 2020, il Collegio dei Probiviri del M5s, composto da Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone.

L’espulsione è già stata comunicata all’interessato e, tra le altre cose, viene motivata anche con il voto espresso in difformità dal gruppo parlamentare sulla legge di bilancio.

“Sono stato espulso dal nulla. Quando perdi 2 elettori su 3 ti espelle il nulla. Sono uno dei tanti elettori espulsi dal Movimento di Palazzo”, questo il primo commento a caldo di Paragone con un post sul suo profilo Facebook.

Leggi anche:

Paragone a TPI: “I dirigenti M5S cadono a ogni mia provocazione, me li sto bevendo. Mi espellano, il Movimento è morto”

Paragone a TPI: “Mi cacciano dal M5S? Vediamo, ma io non faccio nessuna scissione. Di Maio non deluda le aspettative”

766
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.