Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Michele Emiliano elogia Salvini e al Nazareno sale l’insofferenza

Immagine di copertina

Michele Emiliano, governatore della Puglia, elogia Matteo Salvini: “Sta delineando una visione di Paese”. In poche parole, ha tessuto in pubblico le lodi del leader leghista. Parole che Emiliano ha speso per il lavoro che sta svolgendo l’ex ministro dell’Interno. Un encomio di sicuro inaspettato, se non altro per la differenza ideologica e politica che separa Emiliano da Salvini. Una vera e propria strizzatina d’occhio al leghista.

Le dichiarazioni di Emiliano di ieri a Roma hanno fatto sobbalzare più di uno sulla sedia: apparentemente solo i parlamentari di IV hanno protestato, ma al Nazareno le sparate del governatore sceriffo iniziano a preoccupare. A gongolare per ora solo il senatore piddino Dario Stefàno, che un mese fa, si autosospese dal Partito, proprio per le amicizie del Presidente della Regione Puglia, a partire da quella con il sindaco di Nardò. Stefano si chiede oggi su Twitter fin dove si può spingere Emiliano.
Una bella domanda che ai piani alti del Nazareno pensano di rivolgere ai due principali sponsor del governatore: Francesco Boccia e Nicola Oddati.

Ad insospettire Letta sono i buoni rapporti che il leader della Lega ha con molti amministratori del Pd: è vero che nessuno si è schierato così apertamente come Michele Emiliano, però tanti primi cittadini, spiegano fonti di primo piano a Tpi, si fanno un vanto di avere una linea telefonica dedicata con l’ex ministro dell’interno.

“È un partito in confusione”, chiosa un deputato, “a pochi mesi dalle elezioni, preoccupa l’attivismo della Lega se paragonato all’immobilismo di Letta”. In Parlamento comunque non si fanno illusioni: a quanto si apprende il segretario dem al momento non è intenzionato a cercare un chiarimento con il presidente Emiliano. Per il resto, si vedrà. In attesa di conoscere l’esito delle elezioni di ottobre.

Ti potrebbe interessare
Politica / Dopo due anni di pandemia le linee guida per la scuola sono sempre le stesse: un altro fallimento dei migliori
Politica / Renzi: "Con Calenda possiamo riportare Draghi a Palazzo Chigi"
Politica / L'infettivologo Bassetti: "Disponibile a fare il ministro della Salute"
Ti potrebbe interessare
Politica / Dopo due anni di pandemia le linee guida per la scuola sono sempre le stesse: un altro fallimento dei migliori
Politica / Renzi: "Con Calenda possiamo riportare Draghi a Palazzo Chigi"
Politica / L'infettivologo Bassetti: "Disponibile a fare il ministro della Salute"
Politica / Meloni risponde a Letta: "Io incipriata? Sei misogino, da te nessuna lezione"
Politica / Il figlio di un partigiano ucciso: “No agli eredi del fascismo a Palazzo Chigi”. L’Anpi prende le distanze
Politica / Giuseppe Conte contro Giorgia Meloni: "Io non prendo ordini da Washington"
Politica / Scontro Bonino-Calenda: "Voltafaccia truffaldino". La replica: "Non perdere il controllo"
Politica / Letta attacca Giorgia Meloni: "Cerca di incipriarsi, dura con Vox e Orban"
Politica / Elezioni, Cottarelli candidato con Pd e +Europa
Politica / I partiti amici di Eni camuffati da ecologisti: a cominciare dal M5S