Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Meloni: “Se FdI ha più voti, il nome del premier è il mio”

Immagine di copertina

La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha messo le cose in chiaro: “Se FdI dovesse prendere più voti alle prossime elezioni, il nome per la presidente del Consiglio è il mio. Perché Meloni no?”. Lo ha detto nel corso di un’intervista a Rtl 102.5 dove ha specificato che “il centrodestra ha una regola: il partito che ottiene più voti propone il nome del premier”.

Sempre in radio, a Non Stop News, parlando di Carlo Calenda e dello strappo con il Partito Democratico ha detto: “Si tratta di un calcolo elettorale. Stiamo assistendo a uno spettacolo tragicomico”. E ha poi aggiunto: “Da una parte c’è la telenovela, dall’altra parte il centrodestra è già parecchio avanti con la stesura del programma: è una coalizione che ci ha messo mezz’ora a trovare delle soluzioni. Noi stiamo insieme per scelta, dall’altra parte l’unica idea condivisa è ‘battiamo la destra’”.

La leader di FdI ha concluso: “Io penso che Calenda ieri abbia fatto il suo calcolo elettorale, forse ritiene che fuori dal centro sinistra possa fare qualcosa di meglio ma la strategia non cambia: marciare divisi per colpire uniti. Ovvero: ‘proviamo a fare il massimo, facendo finta che ci combattiamo e poi ci mettiamo insieme in una bella ammucchiata’”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Ponte sullo Stretto, aperta un’inchiesta sul progetto del ministro Salvini
Politica / Morte Navalny, Tajani: “Per Salvini serve chiarezza? Per me è indubbio che è stato fatto morire”
Politica / Sindaco nega cittadinanza a marocchina che vive in Italia da 21 anni: “Non sapeva rispondere a ‘Come ti chiami'”
Ti potrebbe interessare
Politica / Ponte sullo Stretto, aperta un’inchiesta sul progetto del ministro Salvini
Politica / Morte Navalny, Tajani: “Per Salvini serve chiarezza? Per me è indubbio che è stato fatto morire”
Politica / Sindaco nega cittadinanza a marocchina che vive in Italia da 21 anni: “Non sapeva rispondere a ‘Come ti chiami'”
Politica / Salvini: “Navalny? Capisco sua moglie, ma la verità la fanno medici e giudici”
Politica / Piantedosi: “Identificazione di chi deponeva fiori per Navalny? Non è un dato che comprime la libertà personale”
Politica / Sparo a Capodanno, Pozzolo accusato dal caposcorta di Delmastro: “La pistola è stata sempre in mano sua”
Opinioni / Perché non dobbiamo sottovalutare la rivolta dei trattori
Opinioni / Ilaria Salis va difesa. Ma non dimentichiamo le nostre ingiustizie
Politica / Privatizzazione Poste Italiane: Governo a caccia di soldi, sindacati in allarme
Politica / Stefano Bandecchi ha ritirato le sue dimissioni da sindaco di Terni