Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Il Movimento 5 Stelle ha espulso dal gruppo parlamentare le deputate Giannone e Vizzini

Immagine di copertina

Movimento 5 Stelle: espulse deputate Giannone e Vizzini

Le deputate Veronica Giannone e Gloria Vizzini saranno espulse dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle.

Ad annunciarlo è stato lo stesso M5S attraverso un comunicato pubblicato sul blog.

La decisione è stata presa, secondo quanto si legge sulla nota, “a seguito delle segnalazioni delle ripetute violazioni dello Statuto e del Codice Etico del MoVimento 5 Stelle e dello Statuto del Gruppo Parlamentare del MoVimento alla Camera”.

“Risultano gravissime – continua il comunicato – le assenze alle votazioni finali di vari provvedimenti fondamentali, condivisi e sostenuti dal nostro Gruppo Parlamentare”.

Le due, inoltre, secondo il Movimento sono responsabili delle “votazioni in difformità dal Gruppo di numerosi emendamenti contrari alla linea politica del Movimento e per le quali entrambe hanno ricevuto un richiamo formale”, ma anche di aver partecipato a “conferenze stampa gravemente lesive dell’immagine del MoVimento”.

Inoltre, ad aggravare la posizione delle due deputate vi sarebbe anche la “mancata restituzione forfettaria dal mese di ottobre 2018 a cui sono tenuti per regolamento tutti i parlamentari eletti del MoVimento 5 Stelle”.

Uno dei provvedimenti su cui le due avevano espresso dissenso non partecipando al voto era il decreto sicurezza.

Le due erano tra i diciannove deputati che in una lettera avevano chiesto una modifica della legge voluta dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

L’espulsione di Giannone e Vizzini dal M5S arriva pochi giorni dopo quella della senatrice dissidente Paola Nugnes, rea, tra le altre cose, di aver votato per 131 volte in contrasto al gruppo parlamentare di cui faceva parte.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gli haters di Mattarella indagati e l'odio social finalmente perseguito (di G. Cavalli)
Opinioni / Il video complottista del debunker che difende Renzi dall’inchiesta di Report
Musica / Dj Ringo: “Fedez diventerà un politico. Ma dietro la sua svolta c’è Chiara Ferragni”
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gli haters di Mattarella indagati e l'odio social finalmente perseguito (di G. Cavalli)
Opinioni / Il video complottista del debunker che difende Renzi dall’inchiesta di Report
Musica / Dj Ringo: “Fedez diventerà un politico. Ma dietro la sua svolta c’è Chiara Ferragni”
Politica / Salvini teme il sorpasso della Meloni nei sondaggi: ecco perché ha ripreso a martellare su Draghi
Politica / Insultano Mattarella sul web: perquisizioni per 11 indagati
Politica / Report, la testimone dell'incontro Renzi-007: "Ho sentito Mancini dirgli 'sono a disposizione'"
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Politica / Caso Renzi-007, Report rincara la dose: stasera parla la fonte che ha girato il video