Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Lucia Borgonzoni: “Bonaccini mi fa passare per velina. Io discriminata perché donna”

La senatrice candidata della Lega alle elezioni in Emilia Romagna sostiene di aver subito attacchi sessisti dal suo avversario politico. La replica dell'attuale governatore e candidato del centrosinistra

Di Anna Ditta
Pubblicato il 11 Dic. 2019 alle 09:24
1.5k
Immagine di copertina

Lucia Borgonzoni: “Bonaccini mi fa passare per la velina. Io discriminata perché donna”

La candidata leghista alle elezioni in Emilia-Romagna, Lucia Borgonzoni, ritiene di essere vittima di atteggiamenti sessisti da parte del suo avversario politico, l’attuale governatore della Regione e candidato del centro-sinistra, Stefano Bonaccini.

“Ciò che mi dà più fastidio in campagna elettorale è che Bonaccini va in giro o fa dei post dove dice che sono muta o cerca di farmi passare per la velina di Salvini”, ha dichiarato Borgonzoni durante la trasmissione Agorà, in onda su Rai3. “Questo mi dà fastidio e lo ritengo irrispettoso perché ritengo che venga fatto perché sono donna, a un uomo non verrebbe fatto”.

In precedenza, a far nascere la polemica sul sessismo era stata una fotografia della Borgonzoni che la ritraeva di spalle, abbracciata a Matteo Salvini, dopo il suo discorso al Paladozza. “Con tutto quello che ho detto sono stata derubricata come un culo, non c’è una donna del Pd a dire che è una vergogna”, ha commentato la candidata riferendosi a quell’episodio.

Bonaccini ha replicato con un post su Facebook, rivolgendosi direttamente a Borgonzoni: “Non hai mai ricevuto, né mai riceverai da me un attacco personale”, ha scritto. “Non mi considero migliore, ma piuttosto diverso da te, a partire dalla ricetta per governare la nostra bellissima regione, come peraltro è normale che sia in politica tra avversari (mai nemici)”.

“La critica che invece ti ho rivolto è di conoscere molto molto poco questa Regione. Credo siano critiche legittime e che nulla abbiano a che fare con l’essere uomo o donna. Il fatto poi che sul territorio ci sia molto di più Salvini che non tu è una scelta vostra, esattamente come l’aver scelto di togliere il tuo volto da manifesti in cui ora campeggia solo lui”.

“Non so dire se queste vostre scelte siano sessiste e in ogni caso non dipendono da me”, prosegue il post. “Resta però il fatto che anche oggi, sul territorio, ci siamo io e il tuo segretario. Purtroppo, aggiungo io, perché il 27 gennaio lui tornerà a Roma e non ci sarà più, mentre presidente di questa Regione saremo io o tu. Perdonami, ma spetta solo a te fare un passo avanti, spostando chi ti copre”.

La senatrice leghista Lucia Borgonzoni (qui il suo profilo) è la candidata della Lega alle elezioni regionali del 26 gennaio in Emilia Romagna. A sfidarla è Stefano Bonaccini (qui il suo profilo).

“Salvini verrà con me alla Fiera dei Cornuti perché Lega è vicina agli italiani che soffrono anche in questo”: la candidata leghista in Emilia Romagna Lucia Borgonzoni parla a TPI

1.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.