Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”

Immagine di copertina

“Dobbiamo a circa un milione di bambini figli di immigrati, ma italiani di fatto, il riconoscimento di un diritto”, a parlare è Renata Polverini, deputata di Forza Italia, ex sindacalista dell’Ugl che prende posizione sullo ius Soli smarcandosi dal centrodestra. Ritiene “anacronistica” la posizione delle destre sui nuovi italiani, e “indispensabile” prendere atto di come è cambiata la società. Tuttavia rivolge un appello al centrosinistra: “Se accoglie la modifica chiesta da Forza Italia di concedere la cittadinanza dopo un ciclo di otto anni di scuola, e non di cinque, allarga il consenso e blinda la legge”.

“La società è cambiata. Abbiamo tanti ragazzi di seconda generazione nati in Italia, o che si sentono profondamente italiani. Che non conoscono neppure il Paese dei loro genitori. Dare loro la cittadinanza italiana dovrebbe essere scontato, se fossimo un Paese che segue le dinamiche della società. Questi ragazzi frequentano le nostre scuole insieme ai nostri figli, conoscono non solo l’italiano, ma anche i dialetti”, dice la deputata a Repubblica.

La proposta della Polverini per blindare la legge è allungare il ciclo di studi per cui concedere la cittadinanza. “”Il punto in discussione è uno solo: riconoscimento della cittadinanza ai minori figli di stranieri che abbiano completato un ciclo di istruzione di 8 anni, dalla prima elementare alla terza media. Se il centrosinistra accogliesse l’emendamento, Forza Italia voterebbe a favore. L’attuale testo prevede invece 5 anni di scuola, ovvero solo le elementari”. “Da Meloni mi aspetto infatti un colpo di scena, se ci fosse uno “ius scholae” legato agli otto anni di frequenza scolastica”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Altro che largo ai giovani: 5 milioni di fuorisede non potranno votare, ma la politica non cambia la legge
Politica / Renzi: “Letta alla Nato? Così ci ritroviamo i russi in Portogallo”
Politica / "Programma per l'Italia": il piano del centrodestra per governare
Ti potrebbe interessare
Politica / Altro che largo ai giovani: 5 milioni di fuorisede non potranno votare, ma la politica non cambia la legge
Politica / Renzi: “Letta alla Nato? Così ci ritroviamo i russi in Portogallo”
Politica / "Programma per l'Italia": il piano del centrodestra per governare
Politica / “La sinistra imbarca la Cucchi e l’ivoriano”: polemiche per il titolo di Libero su Aboubakar Soumahoro
Politica / Calenda: “Patto con Renzi durerà”. E Conte: “È il momento di abbracciare il Rinascimento saudita”
Politica / Quando Calenda diceva: “Del centro di Renzi non me ne frega nulla, quel modo di fare politica mi fa orrore” | VIDEO
Politica / "Anche in politica servono gli assist": l'annuncio social di Renzi
Politica / M5S, Virginia Raggi: “Io candidabile, il mio no è per le future alleanze”
Politica / Elezioni, Bettini: “Il Pd deve guardare al 50% che non vota. Conte ha sbagliato ma dopo le elezioni si vedrà”
Politica / Accordo Renzi-Calenda, nasce il Terzo Polo: "Noi alternativi al bipopulismo"