Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Comizio con il rosario, dopo Parolin anche il presidente della Cei Bassetti è pronto a criticare Salvini

Immagine di copertina

Dopo il segretario di Stato vaticano Pietro Parolin anche il presidente della Cei Gualtiero Bassetti è pronto a criticare il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini per il comizio con il rosario in mano di sabato in piazza Duomo a Milano. È quanto rivela oggi Repubblica in un articolo a firma di Paolo Rodari.

Governo News | Comizio con il rosario | Cattolici contro Salvini

Bassetti, da due anni esatti alla guida della Conferenza Episcopale Italiana, interverrà domani nel corso dell’assemblea generale dei vescovi italiani. E nella sua introduzione, non dovrebbero mancare alcuni passaggi dedicati proprio alla grande distanza non solo nei confronti di Salvini, ma anche, più in generale, rispetto all’attuale governo M5S-Lega.

È da tempo, ricorda ancora Repubblica, che il leader dei vescovi, spinge per un impegno nuovo dei cattolici in politica, pur non aprendo alla creazione di un partito dei cattolici.

Il ministro dell’Interno è stato duramente criticato ieri anche dalla stampa cattolica. Famiglia Cristiana ha preso così posizione: “Il rosario brandito da Salvini e i fischi della folla a Papa Francesco, ecco il sovranismo feticista”.

Tutte le ultime news sul governo

Sulla pagina Facebook del settimanale è stato pubblicato un messaggio duro: “Mentre Matteo Salvini esibiva il Vangelo come un amuleto e si affidava al Cuore Immacolato di Maria una nave carica di naufraghi riceveva il divieto di approdare a Lampedusa e l’Onu ci condannava per violazione dei diritti umani. L’uso strumentale feticista della religione del segretario della Lega. Cos’altro manca per suscitare l’indignazione dei cattolici?

Anche Padre Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica, è intervenuto via Facebook: “Rosari e crocifissi in politica, i cristiani si indignino”.

“Invocare Dio per se stessi è sempre molto pericoloso”, sono state invece le parole del segretario di stato Parolin. E ancora: “Io credo che la politica partitica divida, Dio invece è di tutti”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Carcere per i clienti delle prostitute e per chi si apparta in auto: la proposta di legge di Fratelli d’Italia
Politica / Zelensky a Sanremo, da Calenda a Conte si allarga il fronte dei politici contrari
Politica / Revelli a TPI: “Meloni sta realizzando una rivoluzione conservatrice mai riuscita a nessuno in Italia”
Ti potrebbe interessare
Politica / Carcere per i clienti delle prostitute e per chi si apparta in auto: la proposta di legge di Fratelli d’Italia
Politica / Zelensky a Sanremo, da Calenda a Conte si allarga il fronte dei politici contrari
Politica / Revelli a TPI: “Meloni sta realizzando una rivoluzione conservatrice mai riuscita a nessuno in Italia”
Politica / Il ministro Valditara premia il merito degli amici suoi
Politica / Giorno della memoria, Meloni: “La Shoah rappresenta l’abisso dell’umanità”
Politica / Cannabis, il botta e risposta tra Schlein e Salvini sulla legalizzazione
Politica / Decreto Ong: così la Lega punta a far tornare i Decreti Sicurezza
Politica / La Camera blinda la legge sull’aborto: votato un ordine del giorno in difesa della Legge 194
Politica / Caso Regeni, Tajani ribadisce la volontà dell’Egitto di collaborare: “Nessun tentennamento”
Politica / Mattarella al nuovo Csm: “L’indipendenza della magistratura è un pilastro della nostra democrazia”