Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:38
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Governo Draghi, l’accusa di Speranza: “C’è chi lavora a un esecutivo Meloni-Salvini”

Immagine di copertina

Speranza: “C’è chi lavora a esecutivo Speranza-Salvini”

“Leggendo i giornali oggi, si capisce che c’è chi lavora a spezzare l’asse Pd-M5S-Leu perché lavora a un governo Meloni-Salvini”: lo ha dichiarato il ministro della Salute dell’esecutivo Draghi, Roberto Speranza, all’assemblea nazionale di Articolo Uno.

“Va molto di moda insultare il M5S – ha aggiunto Speranza – io penso che quel Movimento abbia rappresentato una carica straordinaria di rinnovamento di questo Paese e questo io penso sia un bene”.

“Mi auguro che il lavoro di Giuseppe Conte possa far compiere al Movimento un nuovo passo avanti” ha sottolineato il ministro aggiungendo: “Per questo penso che il dialogo fra noi debba restare ancora vivo per fare un altro pezzo di strada insieme”.

Speranza, poi, ha incalzato gli alleati a “lavorare da subito perché questo stare insieme sia coltivato”, invitando Pd e M5S a raggiungere subito un accordo in vista dei possibili ballottaggi alle amministrative.

“C’è ancora tempo per lavorare in vista delle amministrative, bisogna essere rispettosi e indicare sempre qual è l’orizzonte. Ovunque c’è il margine per lavorare, dobbiamo farlo. Da subito si sia chiarissimi sul dopo: si vota in città rilevanti in cui si arriverà ai ballottaggi”.

“Dobbiamo assumere subito un impegno – ha aggiunto Speranza – dicendo che dove non si possono fare accordi al primo turno, si sosterrà il candidato di chi, appartenente a questa famiglia, arriverà al secondo turno”.

Le parole di Speranza arrivano poche ore dopo quelle di Salvini che, in un’intervista, aveva imposto il suo altolà al governo Draghi sulle riforme di giustizia e fisco, sottolineando l’impossibilità di lavorare con Pd e 5 Stelle.

Ti potrebbe interessare
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Politica / Quirinale, dialogo aperto tra Lega-Pd e M5S. Oggi la seconda votazione
Politica / Quirinale, Liliana Segre: “No scheda bianca, oggi voterò un nome. Per me sacrificio essere qui”
Ti potrebbe interessare
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Politica / Quirinale, dialogo aperto tra Lega-Pd e M5S. Oggi la seconda votazione
Politica / Quirinale, Liliana Segre: “No scheda bianca, oggi voterò un nome. Per me sacrificio essere qui”
Politica / Chi è Carlo Nordio, il candidato proposto da Fdi come presidente della Repubblica
Politica / Le trattative prima del voto, dialogo tra Letta e Salvini: oggi nuovi incontri
Politica / Chi è Elisabetta Belloni e perché potrebbe essere la prima donna presidente (del Consiglio o della Repubblica)
Politica / Elezione del Presidente della Repubblica diretta tv e live streaming: dove vedere le votazioni live
Politica / A che ora è l’elezione del Presidente della Repubblica: l’orario delle votazioni
Politica / Quirinale, 672 schede bianche: prima fumata nera. Salvini incontra Draghi, poi vede Letta e Conte: "Si è aperto un dialogo". Il leghista: "Nelle prossime ore diverse proposte del centrodestra"
Cronaca / Quirinale, Letta: “Martedì o mercoledì si arriverà a un nome condiviso da tutti”