Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Flat tax, Matteo Salvini: “O si fa o si muore, e il debito esplode”

Immagine di copertina

Flat tax Salvini | Il vicepremier di nuovo sulla tassa piatta: “Si fa o si muore”

Flat tax Salvini | “Non è un capriccio. O si fa o si muore, e il debito esplode”. Queste le parole del vicepremier e ministro degli Interni, Matteo Salvini, che è nuovamente tornato a parlare della flat tax, la famosa “tassa piatta”.

Secondo il leader del Carroccio, che si trovava a Breganze in provincia di Vicenza per l’inaugurazione della Pedemontana, la discussa proposta con l’obiettivo di ridurre le tasse “per famiglie e imprese” non sarebbe dunque un capriccio del suo partito, ma una necessità al fine di ridurre il debito italiano.

“Andremo a dirlo ai commissari europei e su questo il presidente del Consiglio ha mandato pieno”, ha poi aggiunto il vertice del Viminale. “Se negli ultimi anni facendo il contrario il debito è aumentato, probabilmente è meglio fare il contrario, per esempio rispetto ai vincoli di bilancio interni. Non si è mai fatto? Sono felice di aver stanziato centinaia di milioni per Comuni che hanno voluto finanziare opere già avviate. Hanno cercato di fermarci per paura della corruzione, sono andato dritto, rischio più rischio meno, ho nove processi, facciamo il decimo”, è poi stata la sua conclusione a Breganze.

“Questo – ha poi proseguito Salvini riferendosi all’inaugurazione del primo tratto della Pedemontana Venata – è il miglior messaggio ai mercati internazionali, alle Borse, ai signori dello spread, agli investitori: questa è l’Italia. Io ho deciso oggi di essere qua perché questa è l’Italia su cui investire, l’Italia del sì, del fare, del coraggio”.

Il vicepremier non ha quindi perso occasione, nemmeno questa volta, di lanciare qualche frecciatina alla Commissione europea: “Troppi dubbi, troppi no, troppi forse e durante la valutazione di quelli che vivono di dubbi, gli altri corrono, accelerano e noi cresciamo dello ‘0 virgola’. Oggi quest’opera ci dice che l’Italia non merita una crescita dello ‘0 virgola’. Se abbiamo coraggio, torniamo a essere la prima potenza economica d’Europa”.

Flat tax, Conte: “Non c’è un progetto a Palazzo Chigi”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ballottaggi 2021, affluenza in calo: alle 19 è al 26,71%
Politica / Il grande flop del Partito Gay: alle amministrative percentuali da prefisso telefonico
Politica / E così Draghi si fa il suo sondaggio: anche SuperMario alla ricerca del consenso
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ballottaggi 2021, affluenza in calo: alle 19 è al 26,71%
Politica / Il grande flop del Partito Gay: alle amministrative percentuali da prefisso telefonico
Politica / E così Draghi si fa il suo sondaggio: anche SuperMario alla ricerca del consenso
Politica / Maurizio Landini a TPI: “Oggi la nostra piazza sarà più forte di loro, scendete insieme a noi”
Politica / Via libera del Cdm al Dl fisco, il governo si spacca sul reddito di cittadinanza
Politica / Il candidato romano di Meloni a Tor bella monaca che non rinnega "camicia nera e saluto romano"
Politica / Indiscreto: Merkel offre a Draghi lo scettro d’Europa
Politica / L’ultimo volo di Alitalia, il sindaco di Fiumicino al gate: “Ita non ha visione e nessuno pensa ai lavoratori dell’indotto”
Politica / Chi flirta col Ventennio: ecco chi sono i nostalgici imbucati tra Lega e Fratelli d’Italia
Cronaca / Scontro Salvini-Letta sul Green Pass: “Semplificare vita ai non vaccinati”. Il leader Pd: “Non cedere su regole”