Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Pirelli Summer Promo
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Fine vita, la legge per ora è salva: la Camera respinge gli emendamenti soppressivi di Forza Italia e Lega

Immagine di copertina
credit: ansa

Dopo la bocciatura del referendum sull’eutanasia legale, la Camera dei deputati ieri ha ripreso l’esame della legge sull’aiuto al suicidio, di attuazione della sentenza della Corte costituzionale del novembre 2019. Il testo sul fine vita (relatori Bazoli Pd e Provenza M5s) ha già superato il primo scoglio: l’Aula di Montecitorio ha respinto i primi due emendamenti identici di Forza Italia e della Lega soppressivi del primo articolo e quindi dell’intero provvedimento. I voti contrari sono stati 262, i favorevoli 126.

S&D

La strada del provvedimento però resta in salita: in tutto gli emendamenti al voto sono circa 200. Si teme soprattutto di assistere allo stesso epilogo del ddl Zan, che fu affossato al Senato tra gli applausi di gran parte del centrodestra. Per ora comunque la legge va avanti, anche dietro il ‘pressing’ del presidente della Camera, Roberto Fico, da sempre ‘sponsor’ del provvedimento. Ma anche dei leader di Pd e M5s: sia Giuseppe Conte che Enrico Letta dopo la dichiarazione di inammissibilità della Consulta sul referendum sull’eutanasia hanno spinto per arrivare ad approvare il testo.

L’Associazione Coscioni, invece, ha denunciato chiaramente come la legge all’esame della Camera sia “peggiorativa rispetto ai diritti a oggi conquistati nei tribunali e in generale rispetto all’attuale assetto costituzionale”.

Ti potrebbe interessare
Politica / “Lei è ebrea?” e scoppia la polemica sul giornalista Rai per la domanda rivolta alla senatrice Ester Mieli di FdI
Politica / Il Parlamento europeo approva le prime norme dell’Ue contro la violenza sulle donne
Opinioni / Nel Governo di Giorgia Meloni ci sono gli stessi disvalori del Fascismo
Ti potrebbe interessare
Politica / “Lei è ebrea?” e scoppia la polemica sul giornalista Rai per la domanda rivolta alla senatrice Ester Mieli di FdI
Politica / Il Parlamento europeo approva le prime norme dell’Ue contro la violenza sulle donne
Opinioni / Nel Governo di Giorgia Meloni ci sono gli stessi disvalori del Fascismo
Politica / Crosetto: “Scurati? Censura fuori dal tempo, impoveriscono la Rai”
Politica / Europee, nel simbolo Pd non c'è il nome di Elly Schlein e in quello del M5S compare l'hashtag #pace
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Politica / Meloni attacca Scurati, la replica dello scrittore: "Chi esprime un pensiero deve pagare un prezzo?"
Politica / Elezioni europee, ecco tutti i simboli depositati per le elezioni