“Mi candido per una Fidenza più sicura”, ma ha commesso 40 reati

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 16 Mag. 2019 alle 20:21 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:04
0
Immagine di copertina

Fidenza candidato Fratelli Italia sicurezza – Riccardo Sala si era candidato alle elezioni comunali con Fratelli d’Italia per “fare in modo che anche Fidenza possa ritornare ad essere sicura”, ma ha dovuto fare un passo indietro. La sua fedina penale infatti non era esattamente pulita.

Qui tutte le informazioni sulle elezioni amministrative 2019

Secondo quanto si legge nei documenti caricati sul sito del Comune a carico del 35enne ci sono due provvedimenti dell’Autorità giudiziaria di Sondrio per un totale di 40 reati: si tratta per lo più di furti, furti in abitazione e tentati furti, ma non solo.

Ci sono anche un incendio, un danneggiamento seguito da incendio e porto di armi, oltre all’interdizione per cinque anni dai pubblici uffici.

Immediata la reazione del partito di Giorgia Meloni, che ha deciso di ritirare la candidatura di Sala. Il suo nome in realtà continuerà ad essere presente nelle liste dato che non è possibile rinunciare alla candidatura una volta chiuse le liste.

Da Fratelli d’Italia hanno cercato di minimizzare la questione affermando che il loro ormai ex candidato ha pagato per quanto ha fatto e che i fatti “risalgono a oltre 10 anni fa”. Si tratta di “condanne per reati minori di un ragazzo che da giovane ha avuto le sue vicissitudini”.

Secondo quanto dichiarato dal partito, Sala “ha pagato il suo debito con la giustizia da tempo e per sua negligenza non ha mai cancellato tali iscrizioni, anche se avrebbe potuto (e probabilmente lo farà)”.

La decisione di ritirare la candidatura del 35enne non è stata presa per un problema di “incandidabilità, ma la scelta fatta insieme a Sala è stata che il suo cammino per queste elezioni si fermi qui”, hanno spiegato da FdI.

“Abbiamo eccepito solamente il fatto che volevamo sapere tutto prima e per tempo”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.