Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

10 interviste fra radio e tv: l’incredibile giornata di Matteo Salvini prima delle Europee

Immagine di copertina
Matteo Salvini

Elezioni Europee Salvini – Quella che segue è l’agenda di Matteo Salvini nella giornata di venerdì 24 maggio 2019, a soli due giorni dal voto per le Elezioni Europee 2019, forse le più importanti e sentite degli ultimi vent’anni. Una giornata incredibile, quella del ministro dell’Interno e vicepremier. Dalle 7 del mattino alle 23:15. Dieci interviste tra radio e tv, un comizio e un’intervista al Tg2.

Un ritmo forsennato, incredibile, tutto volto alla massimizzazione della propria campagna elettorale (come normale che sia, va detto, alla viglia di domenica 26). Ma anche rappresentativo del tempo che il ministro impiega al Viminale, sui dossier e i tavoli di lavoro che meritano la sua attenzione. Senza contare l’uso dei social, da Facebook a Twitter, e gli attacchi all’opposizione senza mezzi termini.

Agenda Elezioni Europee Salvini del 24 maggio

Ore 7 Telelombardia
Ore 8 Rai Radio 1 – GR
Ore 8.30 RTL 102.5
Ore 9.30 Agorà – Rai3
Ore 10.10 Radio Radicale
Ore 17.30 Pomeriggio 5 – Canale 5
Ore 18.30 Corriere Live
Ore 20 Tribú – SkyTg24
Ore 20.30 Tg2 (intervista)
Ore 23.15 Bersaglio Mobile (Mentana) – La7 

Elezioni Europee Salvini – Qualche giorno fa si era proprio parlato dell’assenza di Salvini dal Ministero dell’Interno. A partire dal 2019 Salvini ha lavorato solo 17 giornate, con un totale di 95 assenze. In compenso, però, ha partecipato a 211 tra comizi elettorali e incontri non istituzionali fra cui cene, feste del suo partito e altro.

“Appare ovunque. Tranne che al Viminale”, scrive Repubblica, che fa un dettagliato elenco dei luoghi in cui il ministro si è recato dall’inizio dell’anno: da Bormio il primo gennaio, passando per tutte le regioni in cui si sono tenute le elezioni regionali, e in ultimo, i comizi per le Europee.

A tenere traccia di tutti i suoi spostamenti sono le dirette Facebook, i tweet e i post su Instagram di cui il vicepremier, tra un arancino e un mozzarella, fa un uso copioso.

Qui l’articolo completo.
Ultimi sondaggi europee 2019: cosa dicono i sondaggi a un giorno dal voto
Elezioni europee, gli exit poll di Olanda e Irlanda parlano chiaro: i sovranisti sono all’angolo

Elezioni Europee Salvini | La prima serata di Bersaglio Mobile con i candidati alle Europee

Ti potrebbe interessare
Opinioni / I populisti cavalcano il malessere delle persone, ma non hanno soluzioni. Ecco come fermarli (di N. Zingaretti)
Politica / L’annuncio di Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in Italia”
Politica / Vannacci: “In tv troppi gay, cerco di orientare le mie figlie verso l’eterosessualità”
Ti potrebbe interessare
Opinioni / I populisti cavalcano il malessere delle persone, ma non hanno soluzioni. Ecco come fermarli (di N. Zingaretti)
Politica / L’annuncio di Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in Italia”
Politica / Vannacci: “In tv troppi gay, cerco di orientare le mie figlie verso l’eterosessualità”
Politica / Scuola, percorsi differenziati per gli alunni stranieri: il piano di Valditara scatena le polemiche
Politica / Veronica Lario: “Miliardaria? Il Tribunale mi ha tolto tutto. Io passata da velina ingrata”
Politica / Scontri a Pisa, Piantedosi: “Le cariche fatte per garantire l’incolumità degli agenti. Corteo violava la legge”
Politica / Schlein: “Meloni si può battere, ora vogliamo l’Abruzzo”
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna