Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Draghi valuta lo scioglimento di Forza Nuova per decreto, ma la Lega è contraria

Immagine di copertina

Draghi valuta lo scioglimento di Forza Nuova: no della Lega

L’ipotesi dello scioglimento di Forza Nuova per decreto è sul tavolo del governo Draghi: è quanto emerge da fonti vicino l’esecutivo secondo cui Palazzo Chigi, in accordo con il ministero dell’Interno, ha avviato una vera e propria istruttoria per valutare il da farsi.

Il governo, infatti, ha contattato giuristi, costituzionalisti, professori universitari ed altri esperti di diritto per chiedere loro un parere tecnico e giuridico.

La legge Scelba del 1952 consente all’esecutivo “in casi straordinari di necessità e di urgenza” di agire attraverso un decreto legge se un movimento usa la “violenza come metodo di lotta politica”.

Il percorso, però, è tutt’altro che semplice. Mai prima d’ora, infatti, un partito è stato sciolto con un decreto legge del governo. L’unico precedente è rappresentato da Ordine Nuovo, che fu sciolto nel 1973 dal ministero dell’Interno a seguito di una sentenza. Sentenza che, nel caso di Forza Nuova non c’è.

Per questo il premier si muove con estrema cautela, anche e soprattutto in considerazione del fatto che, all’interno delle forze di maggioranza che sostengono il governo, i pareri non sono unanimi.

Se Pd e M5S, infatti, sono favorevoli allo scioglimento del partito di estrema destra, altrettanto non si può dire di Forza Italia e Lega, che hanno già espresso la loro contrarietà alla mozione presentata dal Partito Democratico, e sostenuta da Movimento 5 Stelle e Leu, nella quale si chiede per l’appunto lo scioglimento di Forza Nuova e di “tutti i movimenti politici di chiara ispirazione neofascista”.

Oltre allo scoglio politico, poi, c’è da registrare anche la preoccupazione del Viminale. Il timore, infatti, è che l’eventuale scioglimento del partito di estrema destra possa alimentare ancora di più le proteste di piazza.

Ti potrebbe interessare
Politica / Maurizio Landini a TPI: “Oggi la nostra piazza sarà più forte di loro, scendete insieme a noi”
Politica / Via libera del Cdm al Dl fisco, il governo si spacca sul reddito di cittadinanza
Politica / Il candidato romano di Meloni a Tor bella monaca che non rinnega "camicia nera e saluto romano"
Ti potrebbe interessare
Politica / Maurizio Landini a TPI: “Oggi la nostra piazza sarà più forte di loro, scendete insieme a noi”
Politica / Via libera del Cdm al Dl fisco, il governo si spacca sul reddito di cittadinanza
Politica / Il candidato romano di Meloni a Tor bella monaca che non rinnega "camicia nera e saluto romano"
Politica / Indiscreto: Merkel offre a Draghi lo scettro d’Europa
Politica / L’ultimo volo di Alitalia, il sindaco di Fiumicino al gate: “Ita non ha visione e nessuno pensa ai lavoratori dell’indotto”
Politica / Chi flirta col Ventennio: ecco chi sono i nostalgici imbucati tra Lega e Fratelli d’Italia
Cronaca / Scontro Salvini-Letta sul Green Pass: “Semplificare vita ai non vaccinati”. Il leader Pd: “Non cedere su regole”
Politica / Draghi irritato con Lamorgese per la circolare sui tamponi gratis ai portuali di Trieste
Cronaca / Scontri a Roma, Lamorgese: “Nessun arresto per evitare rischi”. Meloni attacca: “È strategia della tensione”
Politica / Salvini incontra Draghi: “Sono preoccupato per il Paese, deve guidare la pacificazione nazionale”