Decreto fiscale pubblicato in Gazzetta Ufficiale dopo la firma di Mattarella: norme in vigore da domani

Salta la norma che dava accesso ai fondi della cooperazione allo sviluppo alle imprese operanti nel campo della difesa

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 26 Ott. 2019 alle 20:07 Aggiornato il 27 Ott. 2019 alle 08:14
62
Immagine di copertina

Decreto fiscale 2020 pubblicato in Gazzetta, norme in vigore da domani

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto fiscale 2020 che accompagna la manovra di Bilancio.

Molte delle norme sulla lotta all’evasione entreranno in vigore da domani, mentre alcune misure scatteranno solo nel 2020, tra cui la limitazione del contante da 3mila a 2mila euro, che si applicherà dal prossimo luglio.

Previsto anche il rifinanziamento del prestito ponte per Alitalia (400 milioni) e per l’applicazione dei seggiolini antiabbandono.

Salta dal testo finale del decreto fiscale la norma introdotta nelle ultime bozze per dare accesso alle imprese operanti nel campo della difesa ai fondi per la cooperazione allo sviluppo.

All’articolo 55 del testo pubblicato in Gazzetta ufficiale non compare più il comma riguardante i fondi per la cooperazione, dopo che il ministero degli Esteri, come ha rivelato lo stesso Luigi Di Maio, ne ha chiesto la cancellazione.

Nel decreto anche il discusso “Superbonus della Befana” , fortemente voluto dal premier Giuseppe Conte: arriverà a gennaio 2021 e premierà le spese effettuate con carte e bancomat a partire da luglio 2020.

Le risorse a disposizione per il bonus equivalgono a 3 miliardi di euro, che si tradurrebbero in un bonus tra i 300 e i 500 euro per le spese dal parrucchiere e l’estetista, ma anche da meccanico ed elettrauto, elettricista, idraulico, ristorante.

Su evasori e contanti la spunta Di Maio: Conte cambia la manovra e scontenta gli alleati

62
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.