Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

De Magistris a TPI: “Dialogo con il M5S? Solo se diventano più progressisti”

Come mai si continua a chiamare il Pd di sinistra? Ha fatto la buona scuola, il jobs act, ha distrutto l’articolo 18″, così il leader di Unione Popolare Luigi De Magistris a Tpi a margine della terza e ultima serata del Tpi Fest di Bologna, che ha visto tra i vari ospiti anche il leader del M5S Giuseppe Conte e il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. “Ormai esiste un grande centro – afferma l’ex sindaco di Napoli – in questo Draghi è stato efficace con il suo pensiero unico: il draghismo. Alla fine in politica estera se vince Meloni o Letta non cambia nulla, nei rapporti con il fossile non cambia nulla e nemmeno nel jobs act”.

Perché? “Il centro è un luogo più comodo, dove c’è il compromesso morale e ci si mette d’accordo. Ma quando parlo di sinistra penso al ripudio della guerra, alla giustizia sociale, alla sanità e all’acqua pubblica. Visto che loro hanno difficoltà e siccome la sinistra nel Paese esiste più che nei partiti, costruiamola insieme”, afferma De Magistris. Temi in comune con il programma elettorale del Movimento 5 Stelle, con cui, afferma il leader di Unione Popolare, c’è margine di dialogo dopo il voto “se diventano più progressisti”. “Con il M5S si può parlare dopo le elezioni se si va verso posizioni più progressiste: dicono acqua pubblica e non l’hanno fatta, io a Napoli l’ho fatta. Se c’è un cambiamento c’è possibilità di dialogo ma creo che il voto a Unione Popolare è necessario per dare voce a chi in questi anni anche quando ha governato Conte non è stata data”, conclude l’ex magistrato.

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare
Politica / Aboubakar Soumahoro a TPI: “Sono un patriota, dobbiamo riappropriarci di questa parola”
Politica / De Micheli a TPI: “Mi candido perché ho la voglia di cambiare. Parlare solo di alleanze significa essere subalterni”
Politica / Pd, al via la direzione nazionale. Letta: “Nati per stare all’opposizione, mai più governi di salvezza”
Ti potrebbe interessare
Politica / Aboubakar Soumahoro a TPI: “Sono un patriota, dobbiamo riappropriarci di questa parola”
Politica / De Micheli a TPI: “Mi candido perché ho la voglia di cambiare. Parlare solo di alleanze significa essere subalterni”
Politica / Pd, al via la direzione nazionale. Letta: “Nati per stare all’opposizione, mai più governi di salvezza”
Politica / Pnrr: è scontro tra Draghi e Meloni. La leader FdI: “Siamo in ritardo”, ma il premier smentisce
Politica / Salvini insiste per il Viminale ma apre ad altre cariche di “alto profilo”
Politica / Governo, Meloni: “Sì ai tecnici. Non mi farò imporre nomi che non siano all’altezza del compito”
Politica / Governo, FdI: “Nessun veto sul ritorno di Matteo Salvini al Viminale”
Politica / Meloni a Zelensky: “Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino”
Politica / Lega: “Pieno mandato a Salvini”. Il Carroccio punta sui ministeri dell’Interno e dell’Agricoltura
Economia / Centrodestra, con il primo decreto torna il condono: è il secondo in meno di due anni